Zoff: «Maglia verde? Gli azzurri sono azzurri e basta».

Martedì 8 Ottobre 2019
Dino Zoff

Farà discutere a lungo la scelta della Figc di giocare la sfida Italia-Grecia in maglia verde. Dino Zoff, capitano della Nazionale campione del mondo nel 1982, taglia corto: «Gli azzurri sono azzurri, tutto il resto sono menate!».
«Su questi discorsi non voglio proprio entrare - dice l'ex portiere alla Italpress -. Dico solo che una Nazionale deve mantenere le proprie tradizioni, senza tirar fuori scuse come il rilancio dei giovani. Gli azzurri sono azzurri, al massimo bianchi come la seconda maglia, quella ci sta sempre, ma mai verdi».
Zoff ha invece solo belle parole per questa Italia di Roberto Mancini: «L'idea che ho su questa Nazionale e sul  lavoro del ct è molto positiva, ma lo era anche prima, sin dall'inizio. Ci sono molti giovani interessanti, la squadra sta facendo bene e lo dicono anche i risultati che non mentono. Io dico che in Europa non dobbiamo avere paura di nessuno».

A dar manforte all'ex campione del mondo anche il parere fuori dal campo di un pubblicitario. «Immaginate di entrare in un supermercato con pareti e scaffali gialli, immaginate poi di posizionare su quelle mensole dei prodotti da vendere. Qual è l’unico colore che eviterete per la confezione, o packaging, dei prodotti che volete vendere?” interroga Luciano Nardi, pubblicitario italiano riconosciuto a livello internazionale (Leone d’Oro a Cannes).
«La maglia verde, così come tutti i colori tenui,come grigio o il nero di notte, sono decisamente meno percepibili alla vista dei giocatori in campo, che devono individuarsi e ritrovarsi sul campo di gioco, verde, in occhiate di frazioni di secondo –  spiega Nardi – La maglia verde, lo dico con certezza, penalizzerà di molto il gioco dei giocatori di Mancini, che faranno molta più fatica a trovarsi sul prato di gioco».

Ultimo aggiornamento: 17:47


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma