Atalanta, Gasperini: «Andare in Champions sarebbe straordinario, ma prima c'è la Coppa Italia»

Lunedì 22 Aprile 2019
Gasperini
L'Atalanta è al 4° posto e spaventa il Milan. Anche la Roma che scivola al 6° posto (sempre a -1, però) ed è in svantaggio con i rossoneri anche negli scontri diretti e con i nerazzurri nella differenza reti. Giampiero Gasperini, insomma, tenta il ribaltone e vuole strappare l'unico posto Champions rimasto a disposione alle 2 big del torneo. Lucida la sua analisi dopo il successo al San Paolo. «Nel primo tempo - spiega - abbiamo sofferto, poi c'è stato l'episodio del gol salvato da Masiello che, anche se fosse stato gol, difficilmente avrebbe cambiato il match. Noi volevamo stare in partita, poi ci siamo giocati Ilicic e con tutti i tre attaccanti davanti abbiamo tanto potenziale». La classifica vede l'Atalanta all'assalto di un posto in Champions: «Per me sarebbe il quarto anno consecutivo che arrivo in Europa. Nel pensare comune valgono solo scudetti e coppe, invece si possono raggiungere traguardi anche con squadre come l'Atalanta. La Champions sarebbe straordinaria, ma anche la Coppa Italia. Giovedì abbiamo una partita importante, ma sapevamo che una vittoria in trasferta su un campo così ci avrebbe dato il diploma per giocare la Coppa Italia. In campionato ora siamo a pari punti col Milan, possiamo giocarcela per la Champions, anche se abbiamo lo scontro diretto sfavorevole. Ora resettiamo, riposiamo e, da mercoledì, penseremo alla Fiorentina. Giocare un finale a Roma sarebbe un traguardo per tutta la città». Ultimo passaggio sull'espulsione: «Sono destinato ad andare fuori. Nessun tifoso, quando c'è un'occasione del genere, riesce a stare fermo con le mani». Ultimo aggiornamento: 23 Aprile, 10:22


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La scuola dove la geometria si insegna giocando a carte

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma