Fiorentina, Montella in bilico: «Società arrabbiata, ma ho fiducia».Commisso: «Valutiamo quello che è giusto»

Domenica 8 Dicembre 2019

Il settimo posto è a un solo punto di distanza per il Torino di Walter Mazzarri, dopo il 2-1 sulla Fiorentina. Una chiave di lettura che, però, il tecnico granata rifiuta categoricamente: «Dobbiamo pensare alla prestazione, non alla classifica, agli errori che abbiamo fatto - il punto di vista del tecnico granata, stremato ma soddisfatto -. Penso a Verona e a nient'altro». Un buon primo tempo, «forse il migliore di quest'anno», in cui il Toro poteva concretizzare di più: «Dal 2-0 in poi non dovevamo concedere il gol, rischiando nel finale». La vittoria porta la firma di Ansaldi. «Un fuoriclasse, ha un tiro micidiale di destro e di sinistro e finalmente è riuscito ad andare in gol, dopo che ultimamente non gli partiva mai la palla. Zaza? Ottimo, una grande partita. Ha voluto mettermi in difficoltà». La vittoria, terza nelle ultime quattro partita, ridà morale ai granata dopo un periodo difficile: «Nessuno ha mai nascosto che eravamo in difficoltà, l'unico rammarico è che con tutte le trame del primo tempo abbiamo segnato solo un gol. Poi nella ripresa siamo calati, era fisiologico, e abbiamo rischiato». Il calo del Torino è il rovescio della medaglia della riscossa tardiva della Fiorentina secondo Montella, rinfrancato dalla dirigenza - «sono arrabbiati ma sono vicini e hanno fiducia» - e dal secondo tempo dei suoi. «Nel primo tempo siamo stati poco fluidi e poco sereni - è il bilancio di Montella -, il Torino ha fatto più di noi in attacco creando un paio di occasioni. Ho visto una squadra più reattiva e con più qualità nel secondo tempo, in cui abbiamo creato occasioni concretizzandole solo alla fine». La svolta è arrivata nell'intervallo, quando la squadra ha fatto quadrato trovando le motivazioni per provare a riaprire la partita: «La testa ha fatto la differenza, la voglia di non perdere, di essere più sereni. Venivamo da tre sconfitte, questa è la quarta: il pareggio poteva essere il risultato più giusto».

Deluso dalla prestazione, amareggiato dalla sconfitta rimediata dalla sua Fiorentina. Rocco Commisso non abbandona la schiettezza anche dopo il ko di Torino contro i granata. E 'correggè il ds Pradè, che ha garantito «massima fiducia» in Montella: «Fiducia massima è una massima parola, - dice il presidente viola lasciando lo stadio di Torino - bisogna valutare giorno dopo giorno, valutare quello che è giusto per la Fiorentina. Speriamo di recuperare nella partita con l'Inter».

Ultimo aggiornamento: 19:16


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma