Fantacalcio, probabili formazioni e consigli della 23a giornata: Correa buona scelta per l’attacco, due intoccabili nella Roma

El Tucu Correa può essere una buona soluzione per il vostro attacco: l'argentino può colpire in Lazio-Sampdoria
di Francesco Guerrieri
7 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Febbraio 2021, 02:13

Dubbi, ballottaggi, rischi da evitare e certezze alle quali non si può rinunciare: i fantallenatori sono al lavoro per fare le migliori scelte in vista della prossima giornata. Occhio, perché è un turno spalmato su quattro giorni – dal venerdì al lunedì – e sarà quindi fondamentale non sbagliare nulla. Ecco i nostri consigli, partita per partita.

FIORENTINA-SPEZIA (Venerdì ore 18.30)
Occhio a non sottovalutare la squadra di Italiano, ma Milenkovic e Pezzella sono due buone soluzioni. Meglio Castrovilli di Amrabat, Biraghi sulla fascia cerca l’assist. Bonaventura da 6, Kouamé lo sconsigliamo e Vlahovic non si può non mettere. Difesa senza titolari, meglio non rischiare e puntare su altri giocatori. Si può schierare Maggiore sulle ali dell’entusiasmo dopo il gol al Milan, Ricci lo preferiamo a Estevez e Saponara cerca il gol dell’ex.
Fiorentina (3-4-2-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Venuti, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Bonaventura, Kouamé; Vlahovic.
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Ismajli, Dell’Orco, Marchizza; Maggiore, Ricci, Estevez; Gyasi, Agudelo, Saponara.

CAGLIARI-TORINO (Venerdì ore 20.45)
Il Toro fatica, Cragno è una buona scelta tra i pali per questa giornata. Rugani si è inserito subito e per noi è il migliore da pescare nella difesa rossoblù. Zappa in cerca di bonus, Marin non è da fantacalcio, Nainggolan e Joao Pedro da mettere per motivi diversi; Simeone? Solo se non avete di meglio. Stavolta Sirigu si può mettere perché anche il Cagliari non sta benissimo, stesso discorso per i tre difensori. Singo è la novità che piace, Mandragora da buon voto ma senza bonus e occhio a Rincon perché è rischia il giallo. Belotti è il trascinatore del Toro e va messo.
Cagliari (3-4-2-1): Cragno; Walukiewicz, Godin, Rugani; Zappa, Nandez, Marin, Lykogiannis; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo, Rincon, Mandragora, Lukic, Ansaldi; Zaza, Belotti.

LAZIO-SAMPDORIA (Sabato ore 15)
Acerbi è l’unico che convince nella difesa della biancoceleste, occhio alle fasce perché senza Lazzari – squalificato per bestemmia – giocheranno a destra Marusic e a sinistra Fares: noi preferiamo il primo. Via libera a Milikovic e Luis Alberto, non chiedete molto a Leiva se decidete di schierarlo. Immobile si mette, neanche a dirlo; anche Correa può essere una buona soluzione come terzo attaccante. Audero può fare la classifica buona partita con uno o due malus; Augello come scommessa di giornata, il resto della difesa non ispira. Candreva è uno dei migliori della Samp ed è anche un ex, occhio agli inserimenti di Jankto, più da fantacalcio rispetto agli altri due. Partita speciale per Keita cresciuto in biancoceleste.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Musacchio; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Fares; Correa, Immobile.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Berezynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Jankto; Keita, Quagliarella.

GENOA-VERONA (Sabato ore 18)
Occhio alla difesa rossoblù perché il rischio insufficienza è dietro l’angolo; ci piace Zappacosta che può affondare sulla fascia di Lazovic. Strootman sostanza e muscoli, Zajc la scommessa e Badelj si può anche lasciare fuori. Pandev e Destro non entrambi buone soluzioni come terze punte, dipende chi avete come alternative. Semaforo verde per Silvestri che continua a crescere di partita in partita. Faraoni è un’idea per la fascia, Tameze da buon voto e Veloso batte tutti i calci piazzati: pensateci. Barak ha già colpito, Zaccagni sta facendo una stagione da urlo e Lasagna ancora bisogno di un po’ di tempo.
Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Zappacosta, Zajc, Badelj, Strootman, Czyborra; Pandev, Destro.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Cetin, Gunter, Magnani; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna.

SASSUOLO-BOLOGNA (Sabato ore 20.45)
Nella difesa di De Zerbi fa sempre bene Ferrari, Muldur meglio di Rogerio che se la vedrà con Tomyiasu. Ok Locatelli e Djuricic, Berardi è tornato al gol e merita fiducia, ci può stare mettere Maxime Lopez che gioca più avanzato. Ciccio Caputo sta tornando quello di qualche mese fa. Skorupski rischia di affondare contro una squadra che gioca all’attacco, anche i difensori ispirano poco. Svanberg può pescare il jolly, Skov Olsen dovrebbe partire ancora titolare e Soriano vuole tornare a colpire. Barrow ok, ma solo se non avete alternative migliori.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio; Magnanelli, Locatelli; Berardi, Lopez, Djuricic; Caputo.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Skov Olsen, Soriano, Sansone; Barrow.

PARMA-UDINESE (Domenica ore 12.30)
Sepe è in gran forma e si può mettere; Conti deve ancora ritrovare la forma, il consiglio è quello di aspettarlo ancora un po’. Gagliolo un soldatino da 6, Kucka batte i rigori e non è un fattore da sottovalutare. Karamoh potete farlo accomodare in panchina, Gervinho e Cornelius non sono in forma. Ok Musso contro un Parma che ha difficoltà a segnare, Nuytinck può colpire in area avversaria. De Paul non si discute, Larsen meglio di Zeegelaar; Deulofeu con riserva, per Llorente bisogna ancora aspettare.
Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Bani, Osorio, Gagliolo; Kucka, Grassi, Kurtic; Karamoh, Cornelius, Gervinho.
Udinese (3-5-2): Musso; Bonifazi, Nuytinck, Samir; Larsen, De Paul, Walace, Arslan, Zeegelaar; Deulofeu, Llorente.

MILAN-INTER (Domenica ore 15)
In partite come queste spazio alle certezze: e allora via libera a Calabria che sta facendo una gran stagione, Hernandez che non si può lasciare fuori; ok Kessie a centrocampo, muscoli e rigori (Ibra permettendo). Saelemaekers convince meno di Calhanoglu, per Leao sarà una gara complicata. Dall’altra parte ok i tre di difesa, Hakimi si mette sempre. Barella può essere l’uomo in più ed Eriksen ha già deciso il derby in coppa. Non vi aspettate molto da Brozovic e Perisic, Lukaku e Lautaro vanno messi.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Leao; Ibrahimovic.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lautaro, Lukaku.

ATALANTA-NAPOLI (Domenica ore 18)
Gollini può avere qualche problema in questa giornata, Toloi e Romero li preferiamo a Djimsiti. Gosens col turbo, Freuler e de Roon a fare scudo e poco altro. Ottima soluzione Pessica, Ilicic può sorprendere e Zapata non si lascia mai fuori. Nel Napoli occhio al ballottaggio Meret-Ospina in porta, Di Lorenzo meglio lasciarlo fuori finché non torna in forma; in generale la difesa rischia di crollare senza i centrali titolari. Fabiàn è penalizzato dal ruolo, Bakayoko quantità e poco altro; Politano è sempre una buona soluzione, non è una follia lasciare fuori Osimhen finché non si sblocca.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Ilicic; Zapata.
Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic, Mario Rui; Fabiàn Ruiz, Bakayoko; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.

BENEVENTO-ROMA (Domenica ore 20.45)
Nei giallorossi occhio all’ex dal dente avvelenato Caprari che ha anche il piedino caldo in questo periodo, preferiamo lui a Insigne e Lapadula. Sconsigliata la difesa, compreso l’altro ex Barba. Viola batte tutti i calci piazzati e può essere un’idea se siete corti a centrocampo. Pau Lopez è spesso un punto interrogativo, Mancini uno dei preferiti di Fonseca. Pellegrini e Veretout intoccabili, Spinazzola corre col motorino. Mkhitaryan va sempre schierato, Pedro è tornato e ha dimostrato di stare bene; ancora fiducia a Mayoral.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Glik, Barba; Viola, Schiattarella, Ionita; Insigne, Caprari; Lapadula.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Bruno Peres, Karsdorp, Mancini, Spinazzola; Villar, Veretout; Pedro, Pellegrini, Mkhitaryan; Mayoral.

JUVENTUS-CROTONE (Lunedì ore 20.45)
Szczesny è il miglior portiere per questa giornata, ok anche i tre difensori con un cerchio intorno a de Ligt: può far male anche in zona gol. Ci ispira molto Chiesa per questa giornata, McKennie è l’intoccabile di Pirlo; Bentancur per una sufficienza e poco altro. Bernardeschi dovrebbe partire titolare ma voi potete lasciarlo fuori, Kulusevski sarà la spalla di Ronaldo e in partite come queste va schierato. Purtroppo nel Crotone che va allo Stadium c’è poco da pescare: Pereira e Reca possono salvarsi, Messias ci proverà in ripartenza così come Ounas. Per il resto, guardate da altre parti.
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, de Ligt, Demiral; Chiesa, Bentancur, McKennie, Alex Sandro; Bernardeschi; Kulusevski, Ronaldo.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Pereira, Messias, Petriccione, Zanellato, Reca; Ounas, Di Carmine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA