Fantacalcio, probabili formazioni e consigli della 20a giornata: fate fuori questo giocatore della Roma, McKennie è l’insostituibile di Pirlo

Weston McKennie sta diventando sempre più un punto fermo della Juve di Pirlo: da schierare anche con la Samp, senza dubbi
di Francesco Guerrieri
6 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Gennaio 2021, 15:10

Ultimi dubbi di formazione da sciogliere per i fantallenatori, stasera si parte con un nuovo turno di campionato: 20a giornata che verrà aperta dall’anticipo tra Torino e Fiorentina e si chiuderà con il posticipo di domenica sera tra Roma-Verona. Chi schierare? Ecco tutti i nostri consigli.

TORINO-FIORENTINA (Venerdì ore 20.45)
Sirigu cerca il riscatto dopo i due gol presi col Benevento, Bremer è il più convincente in difesa. Singo in rampa di lancio, Rincon da giallo. Da sfruttare il momento positivo di Zaza. La difesa se la vedrà con Belotti, Biraghi meglio di Caceres e Castrovilli è in difficoltà. Bonaventura ha segnato all’ultima, Vlahovic è un’ottima terza punta.
Torino (3-5-2): Sirigu; Bremer, Lyanco, Rodriguez; Singo, Lukic, Rincon, Linetty, Ansaldi; Zaza, Belotti.
Fiorentina (3-4-2-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Caceres, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Bonaventura, Ribery; Vlahovic.

BOLOGNA-MILAN (Sabato ore 15)
Pericoloso schierare difensori del Bologna contro Ibra, Schouten e Svanberg rischiano l’insufficienza e difficilmente portano bonus. Soriano sulla trequarti è sempre una buona scelta, Palacio non segna più e Barrow è troppo altalenante. Ok Donnarumma tra i pali, occhio dal debutto di Tomori che sostituirà l’infortunato Kjaer. Calabria è uno dei migliori terzini per media voto, Meité deve ancora ambientarsi e preferiamo Kessie. Leao può tornare a colpire, si può pensare anche a Brahim Diaz ma coprendovi con un titolare in panchina.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Tomori, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Meité; Castillejo, Saelemaekers, Leao; Ibrahimovic.

SAMPDORIA-JUVENTUS (Sabato ore 18)
Non è la gara ideale per Audero, Augello proverà ad arrivare alla sufficienza e Candreva è il migliore da pescare nella Samp per questa giornata. Damsgaard come scommessa, Quagliarella meglio di Keita. De Ligt ottima soluzione in difesa, ok anche Bonucci e Danilo. Cuadrado si sposta più avanti, Arthur meglio di Rabiot e McKennie sta diventando un insostituibile. Fiducia a Morata, Ronaldo neanche a dirlo.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Damsgaard; Keita, Quagliarella.
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; de Ligt, Bonucci, Danilo; Cuadrado, Arthur, Rabiot, Chiesa; McKennie; Morata, Ronaldo.

INTER-BENEVENTO (Sabato ore 20.45)
Handanovic è la miglior scelta per questa giornata, promossi i tre difensori; Hakimi col turbo, Barella al top, meglio Vidal di Brozovic. Nel Benevento non escludete tutti solo perché giocano a San Siro, la squadra di Inzaghi non ha paura e Insigne e Caprari possono essere un’idea da terza punta se non avete nulla di meglio.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lautaro, Lukaku.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Improta, Glik, Caldirola, Barba; Ionita, Viola, Dabo; Insigne, Caprari; Lapadula.

SPEZIA-UDINESE (Domenica ore 12.30)
Chi ha Bastoni ci può pensare come scommessa, Agoumé e Pobega per dare qualità al centrocampo, davanti manca ancora Nzola. Classica partita da buon voto per Musso, Larsen meglio di Zeegelaar, de Paul è il cuore dell’Udinese a che il Tucu Pereyra si può mettere con fiducia. Qualche riserva per Arslan e i due attaccanti.
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Terzi, Chabot, Bastoni; Maggiore, Agoumé, Pobega; Gyasi, Galabinov, Farias.
Udinese (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Bonifazi; Larsen, De Paul, Arslan, Pereyra, Zeegelaar;  Deulofeu, Nestorovski.

ATALANTA-LAZIO (Domenica ore 15)
Occhio a Gollini e Reina perché, così come già successo in Coppa Italia, può essere una partita con tanti gol. Toloi e Romero li preferiamo a Djimsiti, occhio al baby Ruggeri sulla fascia. Date una chance a Pessina, meglio lui di de Roon e Freuler. L’unico che ci convince nella difesa della Lazio è Acerbi, Patric e Radu hanno il giallo facile e a Leiva non chiedete più della sufficienza. Milinkovic Savic sta tornado da top player, Correa può essere una buona scelta ma senza sacrificare giocatori più in forma.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini, Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, de Roon, Freuler, Ruggeri; Pessina, Ilicic, Zapata.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Akpa Akpro, Marusic; Correa, Immobile.

CAGLIARI-SASSUOLO (Domenica ore 15)
Zappa può spingere sulla fascia di Rogerio, i centrali sono in difficoltà e a centrocampo Nainggolan può colpire. Occhio all’ex Duncan. Simeone ci ispira poco. Consigli può fare una prestazione positiva con uno o due malus; Locatelli da buon voto, Lopez può darvi qualcosa in più. Boga vuole rilanciarsi, Ciccio Caputo sta tornando. Traoré? Pensateci, anche per l’asta.
Cagliari (4-3-2-1): Cragno; Zappa, Godin, Walukiewicz, Lykogiannis; Nainggolan, Marin, Duncan; Joao Pedro, Sottil; Simeone.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Lopez, Locatelli; Traoré, Djuricic, Boga; Caputo.

CROTONE-GENOA (Domenica ore 15)
Cordaz è carico dopo il rinnovo, Pereira sta facendo bene e può essere riproposto. No a Zanellato e Vulic, Reca è una buona soluzione per completare la difesa e Simy è il rigorista della squadra. Nel Genoa dal dischetto va sempre Criscito, pensateci quando dovete scegliere i difensori. Strootman sta bene e Zappacosta c ispira più di Czyborra. Badelj più da cartellino che da bonus. Destro è on fire, mettetelo ancora.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Magallan; Pereira, Henrique, Zanellato, Vulic, Reca; Siligardi, Simy.
Genoa (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Strootman, Badelj, Zajc, Czyborra; Shomurodov, Destro.

NAPOLI-PARMA (Domenica ore 18)
Di Lorenzo sta deludendo ma lo preferiamo comunque a Mario Rui, Manolas e Koulibaly non si discutono. Bakayoko tanti muscoli e poca qualità, Demme può fare bene così come Zielinski ormai fisso sulla trequarti. Occhio ai tre lì davanti, potete metterli a occhi chiusi. Sepe è l’ex che consigliamo di non rischiare, Conti cerca la forma migliore e la difesa traballa troppo per potersi fidare. Gli inserimenti di Kurtic e Kucka ci convincono più della sostanza di Hernani e Grassi (altro ex). Gervinho può colpire in contropiede, Cornelius non segna da un po’.
Napoli (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Mertens.
Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella; Kurtic, Hernani, Grassi; Kucka, Cornelius, Gervinho.

ROMA-VERONA (Domenica ore 20.45)
Se avete un’alternativa migliore di Pau Lopez potete lasciarlo tranquillamente fuori, non gliene sta andando bene una. Anche la difesa è in un momento no e in questi casi ci si aspetta il riscatto dai giocatori simbolo: Smalling si può mettere. Promosso il centrocampo, Villar e Veretout da mettere per ragioni diverse, gli esterni due spine nel fianco. Perez dà poche garanzie – ma occhio al recupero in extremis di Mkhitaryan - meglio Pellegrini dietro a un Mayoral in gran forma. Silvestri può fare una partita da voto alto con qualche malus, Dimarco è uno dei titolari inamovibili di Juric, Faraoni e Tameze più degli altri due centrocampisti. Barak una mina vagante, Zaccagni senza paura anche contro le big e l’ex Kalinic è a rischio insufficienza.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Villar, Veretout, Spinazzola; Perez, Pellegrini; Mayoral.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Dimarco; Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Zaccagni; Kalinic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA