Fantacalcio, consigli e probabili formazioni della 27ª giornata: tre giocatori da evitare nella Lazio, Mancini è il bomber... della difesa

Con 4 gol in campionato (5 stagionali) Gianluca Mancini è il difensore centrale che ha segnato di più in questa Serie A
di Francesco Guerrieri
6 Minuti di Lettura

Conclusa la tre giorni di coppe europee torna il campionato. E il fantacalcio. La 27a giornata inizierà tra qualche ora con Lazio-Crotone in programma alle 15 e si chiuderà con il big match di domenica sera tra Milan e Napoli. Chi schierare al fantacalcio? Ecco i nostri consigli, tra giocatori da confermare, rischi di da non prendersi e qualche scommessa su cui puntare per questo turno.

LAZIO-CROTONE (Venerdì ore 15)
Reina è una delle migliori scelte per questa giornata, Acerbi un totem della difesa e Luis Alberto a caccia di bonus. No a Radu, Patric e Fares. Immobile è fresco di Scarpa d’Oro, sarebbe un delitto lasciarlo fuori. Nel Crotone non c’è molto da pescare in chiave fanta: si possono provare Pereira e Reca per una sufficienza, Messias può essere pericoloso in velocità.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Fares; Correa, Immobile.
Crotone (3-4-3): Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; Pereira, Molina, Petriccione, Reca; Ounas, Simy, Messias.

ATALANTA-SPEZIA (Venerdì ore 20.45)
ok Sportiello (occhio al ballottaggio con Gollini), Romero il migliore in difesa ma anche Toloi e Djmsiti sono buone scelte. Gosens intoccabile, qualche dubbio su de Roon. Ilicic non sta vivendo un gran momento ma in casa con lo Spezia va messo per evitare rimpianti. Italiano gioca un calcio offensivo e per questo ci ispira Bastoni come scommessa; Estevez meglio di Ricci e Maggiore, l’attacco farà fatica.
Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Ilicic; Muriel.
Spezia (4-3-3): Zoet; Ferrer, Erlic, Terzi, Bastoni; Maggiore, Ricci, Estevez; Gyasi, Nzola, Verde.

SASSUOLO-VERONA (Sabato ore 15)
Ferrari è l’uomo del 6/6.5, Locatelli il cuore della squadra e Ciccio Caputo il bomber. Berardi e Djuricic meglio di Defrel. Faraoni giocherà sulla fascia di Rogerio ed è una buona soluzione per la fascia, la difesa convince poco e Veloso è rigorista ma batte anche punizioni e corner.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio; Lopez, Locatelli; Berardi, Djuricic, Defrel; Caputo.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Gunter, Magnani; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna.

BENEVENTO-FIORENTINA (Sabato ore 18)
Nella difesa del Benevento prendiamo Glik spesso pericoloso anche in area avversaria; Viola può essere un’idea se siete corti a centrocampo, meno da fanta Hetemaj e Schiattarella. Intriga Gaich, Caprari dà più sicurezza. Non schierate Dragowski con troppa leggerezza perché non sarà una partita facile, Milenkovic a rischio cartellino e Pezzella sale sempre sui calci piazzati. Biraghi meglio di Venuti, Borja Valero non porta bonus. Vlahovic lo preferiamo a Ribery.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Improta, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Ionita, Caprari; Gaich.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Venuti, Borja Valero, Pulgar, Bonaventura, Biraghi; Ribery, Vlahovic.

GENOA-UDINESE (Sabato ore 20.45)
Criscito è un difensore che batte i rigori e va confermato, Zappacosta può spingere sulla fascia e Badelj si può serenamente lasciare fuori. Sì a Shomurodov, meno certezze su Pjaca. Per Musso può essere la classica partita da buon voto con malus, Nuytinck il migliore dei tre in difesa e De Paul non si discute. Preferiamo Larsen a Molina, il Tucu Pereyra può inventarsi qualcosa e Llorente ok solo se non avete di meglio.
Genoa (3-5-2): Marchetti; Goldaniga, Radovanovic, Criscito; Ghiglione, Zajc, Badelj, Strootman, Zappacosta; Pjaca, Shomurodov.
Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Nuytinck, Bonifazi; Molina, De Paul, Arslan, Walace, Larsen; Pereyra; Llorente.

BOLOGNA-SAMPDORIA (Domenica ore 12.30)
Skorupski è una mina vagante, può fare la partita della vita come prendere tre gol; Danilo per una sufficienza, Svanberg più da bonus di Dominguez e Soriano è il capocannoniere della squadra. Augello ci mette sempre il cuore, Yoshida e Tonelli proveranno ad alzare il muro. Buona scelta Candreva, Quagliarella si può mettere ma non vi aspettate molto.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Mbaye; Dominguez, Svanberg; Skov Olsen, Soriano, Sansone; Barrow.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Candreva, Ekdal, Adrien Silva, Jankto; Keita, Quagliarella.

PARMA-ROMA (Domenica ore 15)
Partita complicata per la difesa del Parma, forse può salvarsi solo Conti; Kurtic proverà i suoi soliti inserimenti, Gervinho è l’ex che può diventare pericoloso in ripartenza. Mancini ha segnato anche in Europa League salendo a 5 gol stagionali, va messo perché può colpire ancora. Kumbulla può essere un rischio, Diawara è il centrocampista che ispira meno. Fuori Mkhitaryan, El Shaarawysi è sbloccato in Europa e si può schierare anche al fanta.
Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Osorio, Gagliolo, Pezzella; Grassi, Brugman, Kurtic; Karamoh, Mihaila, Gervinho.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kumbulla; Karsdorp, Diawara, Pellegrini, Spinazzola; Pedro, El Shaarawy; Mayoral.

TORINO-INTER (Domenica ore 15)
Non sono queste le partite in cui schierare Sirigu, e anche la difesa rischia di crollare. Mandragora proverà a reggere la mediana, Lukic per una sufficienza e Baselli deve tornare ancora in forma. Davanti occhio alla sopresa Sanabria, lo preferiamo a Zaza. Ok Handanovic nell’Inter, un top player che in questa fase è anche in forma super; i tre difensori vanno sempre bene con de Vrij un gradino sopra agli altri, Hakimi un treno che non si può lasciare fuori. Barella sostanza e qualità, Eriksen cerca il jolly e Brozovic da buon voto e poco altro.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Buongiorno; Vojvoda, Baselli, Mandragora, Lukic, Ansaldi; Sanabria, Zaza.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lautaro, Lukaku.

CAGLIARI-JUVENTUS (Domenica ore 18)
Rugani è l’ex col dente avvelenato e occhio alla sorpresa in fase offensiva; Zappa un po’ in calo, si può lasciare fuori così come Marin e Duncan. Nainggolan ci mette sempre qualcosa di più contro la Juve e anche la garra di Nandez può fare la differenza in queste partite. Joao Pedro è il rigorista della squadra, Simeone fuori senza troppi rimpianti. Non fidatevi troppo del blocco Juve che rischia il contraccolpo dopo il ko in Champions:  Szczesny è sempre un’ottima soluzione, ok Danilo e de Ligt; più prudenza su Arthur e Rabiot che si possono anche lasciare fuori. Chiesa è on fire e va messo a occhi chiusi, ramsey a intermittenza. Ronaldo vuole riscattarsi, difficilmente sbaglia due partite di fila e anche Morata è difficile da lasciare fuori.
Cagliari (3-5-2): Cragno, Ceppitelli, Godin, Rugani; Zappa, Marin, Nainggolan, Duncan, Nandez; Joao Pedro, Simeone.
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt; Cuadrado, Arthur, Rabiot, Chiesa; Ramsey; Morata, Ronaldo.

MILAN-NAPOLI (Domenica ore 20.45)
E’ il big match della giornata, nel quale preferiamo Donnarumma a Ospina (o Meret) e la difesa rossonera a quella di Gattuso. Dagli azzurri prendiamo Koulibaly, sempre una certezza. Kessie un gigante a centrocampo, alti e bassi per Tonali e l’attacco senza Ibra può avere qualche problema. Krunic sulla trequarti può essere un’idea se avete bisogno di un centrocampista, ma a noi convince poco. Bakayoko è l’ex che dà sostanza al Napoli, ma non chiedetegli bonus; quelli possono arrivare da Politano o Zielinski. Ok anche Insigne e Mertens.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Tomori, Kjaer, Dalot; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Krunic, Castillejo; Leao.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabiàn Ruiz, Bakayoko; Politano, Zielinski, Insigne; Mertens.

Venerdì 12 Marzo 2021, 10:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA