Cristiano Ronaldo piange in tv per il padre morto: «Era sempre ubriaco, non l'ho mai conosciuto»

Lunedì 16 Settembre 2019
2
Cristiano Ronaldo piange in tv per il padre morto: «Era sempre ubriaco, non l'ho mai conosciuto»

L'uomo oltre il campione. Cristiano Ronaldo ha ripercorso alcune delle tappe più intime e dolorose della sua vita ai microfoni della trasmissione inglese Good Morning Britain. «Non ho mai davvero conosciuto mio padre, era sempre ubriaco», ha dichiarato il fenomeno portoghese in lacrime. Nell'intervista che andrà in onda martedì sulla tv inglese Itv, viene mostrato a Cristiano un inedito video di suo padre datato 2004, un anno prima della sua morte, in cui José Dinis Aveiro raccontava quanto fosse orgoglioso di suo figlio.

Ronaldo, cadono le accuse di stupro: «Nessuna prova oltre ogni ragionevole dubbio»
 


La reazione di Ronaldo è stata incontrollabile: «Non avevo mai visto questo video, è incredibile. La cosa che mi dispiace di più è che mio padre non ha mai visto quello che sono diventato. Sono diventato il numero uno e lui non sa nulla. Lui non mi ha mai visto ricevere premi. Il resto della mia famiglia ha visto tutto, mia mamma, i miei fratelli, anche il mio figlio più grande. Ma lui niente». L'attaccante della Juventus si è mostrato come mai prima d'ora, lasciando trasparire anche il suo lato più fragile e sensibile.
 
Cristiano Ronaldo ha parlato anche del caso Mayorga: «Le accuse di stupro mi hanno fatto sentire male. Ero in imbarazzo per i miei figli». «Giocano con la tua dignità - racconta CR7 -. È dura perché hai una famiglia, una fidanzata, dei figli. Quella sera ero in salotto con la mia fidanzata e stavamo guardando la tv, quando hanno iniziato a parlare di me e delle accuse di stupro. Ho sentito i miei figli scendere le scale, e ho cambiato canale perché ero in imbarazzo. Ho cambiato per non fargli sentire cosa dicevano del padre e di una questione davvero brutta». Il campione portoghese della Juventus si illumina, invece, quando parla della fidanzata Giorgina. «È parte di me, mi aiuta molto - dice - le ho aperto il cuore e lei mi ha aperto il suo».

Ultimo aggiornamento: 12:17


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma