CORONAVIRUS

Coronavirus, Balotelli: «Stop della Serie A? Prima la Juve doveva tornare in testa». Il Brescia si dissocia

Giovedì 12 Marzo 2020

«Lazio? Siete secondi perché bisognava far recuperare la Juve, poi hanno fermato tutto». Così l'attaccante del Brescia Mario Balotelli commenta lo stop alla Serie A per l'emergenza coronavirus, durante una diretta Instagram insieme all'amico influencer Damiano Coccia detto «Er Faina».

«La Serie A riprende? Non lo so, penso proprio di no. La data di ripresa del campionato è approssimativa, secondo me non si ricomincia il 3 aprile. Se si riprende come fare? Per me non dovrebbe vincere nessuno né retrocedere nessuno, sarebbe giusto così - prosegue Balotelli -. Fai salire le prime due dalla Serie B e l'anno prossimo fai un campionato a 22 squadre. Finalissima Juve-Lazio? Si può fare. Puoi fare mille robe, ma non le faranno. Champions League? Credo vada fermata, dovrebbero fermarla. Spostare l'Europeo al 2021? Non sarebbe una brutta idea».

Il Brescia prende «ufficialmente le distanze da quanto dichiarato dal suo tesserato Mario Balotelli, relative a ipotetici favoreggiamenti nel Campionato di Serie A». Lo spiega la società lombarda in un comunicato, dopo la provocazione di Balotelli: «Lazio? Siete secondi perché bisognava far recuperare la Juve, poi hanno fermato tutto», aveva detto l'attaccante delle rondinelle durante una diretta su Instagram. «Nello specifico - prosegue il Brescia - Mario Balotelli per mezzo di una diretta Instagram ripresa su Youtube, ha rilasciato oggi dichiarazioni che alludono a 'favorì nei confronti di una squadra (la Juventus) in corsa per la conquista del Campionato». «Brescia Calcio tiene a sottolineare che tali insinuazioni sono strettamente personali e che non sono in nessun modo riconducibili alla Società stessa», conclude il club nel comunicato.

 E poi ancora Balotelli: Parole che hanno scatenato le polemiche, che Balotelli rispedisce al mittente: «Qualcuno si è offeso? Ma pensate alle cose serie e alle situazioni vere quotidiane che stiamo passando», scrive su Instagram. «Scusate ma dove sta lo sfottò alla Juventus? Non ho mica detto dovevano far vincere la Juventus ma recuperare perché aveva una gara in meno». «Concentratevi nello stare a casa e contribuire a scacciare sto virus invece di cercare di infangare sempre il mio nome, una diretta di 30 minuti si trasforma in un'infamia senza motivo e tanta cattiveria», conclude Balotelli.

Ultimo aggiornamento: 13 Marzo, 00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA