COVID

Beppe Furino, la moglie morta per Covid: «Ho attaccato io il virus. Non dimenticherò mai questo dolore»

Martedì 30 Marzo 2021
Beppe Furino choc, la moglie morta per Covid: «Colpa mia, ho fatto da untore. Non dimenticherò mai questo dolore tremendo»

Un vero e proprio dramma per Giuseppe Furino, ex giocatore della Juventus, che ha perso la moglie Irene Vercellini a causa del Covid. E al Corriere della Sera l’ex gloria bianconera esprime tutta la sua tristezza e frustrazione per quanto accaduto: «Sono frastornato, è successo tutto troppo in fretta. Temo di aver fatto da untore, portando a casa il virus», ha detto Furino. «Ci ha preso tutti in famiglia, ma mentre noi guarivamo lei iniziava ad avere problemi seri di saturazione. Dopo il ricovero non l’ho più vista, non dimenticherò mai questo dolore tremendo», aggiunge l’ex calciatore.

 

Leggi anche > Covid e dati falsi in Sicilia, l'assessore intercettato: «Spalmiamo i morti»

 

La moglie, racconta, «amava la politica quasi quanto la Juve. Era tifosissima, piuttosto accesa nei suoi comportamenti, una vera tifosa da stadio, andava nei distinti al Comunale prima che io la convincessi a seguirmi in tribuna». Nell’intervista Furino racconta che quella di Covid non è stata la prima pandemia della sua vita: da bambino nel paese di suo padre in Campania c’erano stati dei casi di tifo, e per questo si era trasferito dai nonni a Ustica.

 

 

E sulla Juve è durissimo: «L’ultima Juve è cambiata, una sconfitta come quella contro il Benevento non si vedeva da anni. Più che deluso mi ha sbalordito. Non andare in Champions sarebbe un disastro totale. Mi auguro che sabato contro il Toro la squadra ritrovi le motivazioni, anche se non capisco come possano mancare a chi è strapagato per fare il mestiere più bello del mondo: ma di cosa stiamo parlando?».


© RIPRODUZIONE RISERVATA