Allo Spezia il derby contro la Samp: Verde rovina il ritorno di Giampaolo

Allo Spezia il derby contro la Samp: Verde rovina il ritorno di Giampaolo
di Marco Callai
3 Minuti di Lettura
Domenica 23 Gennaio 2022, 17:16 - Ultimo aggiornamento: 17:25

Sampdoria sempre più vicina al baratro. Quarta sconfitta in altrettante gare del girone di ritorno. La quarta di misura, la quarta figlia di un episodio che manda il collettivo in tilt. Lo Spezia rovina così il secondo esordio blucerchiato di Giampaolo. La rete vincente di Verde, al 69’, regala agli aquilotti la conquista del secondo derby a distanza di 15 giorni oltre al rafforzamento della leadership ligure. Thiago Motta si avvicina a una salvezza che per Genoa e, a questo punto, anche Sampdoria diventa un obiettivo molto complicato da raggiungere.

Spezia-Sampdoria 1-0, cronaca e tabellino

Riparte dalle sue certezze Marco Giampaolo nella sua seconda avventura sulla panchina della Sampdoria. In campo, 4-3-1-2 con Candreva trequartista ed Ekdal a dirigere le operazioni a centrocampo. Sono passati oltre 900 giorni dall’ultima volta in blucerchiato ma con i suoi ragazzi che, dopo solo pochi allentamenti, già hanno metabolizzato i nuovi dettami tecnico-tattici.  

La prima occasione da goal del derby ligure arriva al 14’ ed è per gli ospiti. Gabbiadini sfrutta una disattenzione di Nikolaou ma Provedel è bravo a dire di no all’attaccante prima che l’assistente alzi la bandierina.

I ragazzi di Thiago Motta, reduci dal successo esterno contro il Milan, studiano gli avversari nella prima parte della gara e provano a sfruttare le doti atletiche. Mancano sempre la precisione nell’ultimo passaggio. Il primo tempo è molto frammentato da tanti falli. Erlic e Thorsby finiscono sul taccuino di Manganiello. Lo Spezia chiude in crescendo senza però riuscire a sfondare le linee avversarie. Falcone

Inizia con una lotta a centrocampo la ripresa con Ekdal e Rincon che, in 5 minuti, vengono ammoniti. La prima occasione del secondo tempo è per la Sampdoria costruita sull’asse Gabbiadini-Caputo. Un super Provedel mantiene il risultato in parità salvando in corner.

I blucerchiati prendono coraggio e cercano di riproporsi in attacco senza scoprirsi troppo. Lo Spezia ricorre a forze fresche: al 64’ Thiago Motta inserisce Agudelo, l’eroe del Meazza, per Kovalenko. Non cambia il leit motiv con gli ospiti che provano a costruire ma senza riuscire ad affondare il colpo. Nuovo giro dalla bandierina per la Sampdoria con il palo salvare lo Spezia dallo svantaggio. Sfortunatissimo Caputo bravo a prender il tempo ad Amian. I padroni di casa reagiscono con Agudelo che al 69’ serve in mezzo Verde che non sbaglia e batte Falcone. Il gol è il modo migliore per festeggiare il rinnovo del contratto.

Troppa foga nella reazione per la squadra di Giampaolo ed Ekdal viene spedito sotto la doccia anticipatamente per doppia ammonizione. Ronaldo Vieira torna in serie A dopo quasi un anno di assenza al posto di Thorsby. Augello si accomoda in panchina per lasciare spazio a Murru.

Nell’attesa della doppia sostituzione, è ancora lo Spezia a rendersi pericoloso con Agudelo che si mette in proprio ma questa volta per lui c’è solo l’esterno della rete. La Sampdoria prova comunque a costruire ma l’intesa tra Caputo e Candreva non è perfetta. Gabbiadini è l’ultimo a non arrendersi ma non basta per evitare la prima sconfitta a Giampaolo.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA