Milano consolida il primato. Brescia e Fortitudo salve, Cantù retrocede.

Milano consolida il primato. Brescia e Fortitudo salve, Cantù retrocede.
di Marino Petrelli
4 Minuti di Lettura
Domenica 25 Aprile 2021, 22:51

Con Brindisi ferma per il focolaio Covid-19 almeno fino al 30 aprile, ne approfitta Milano per vincere a Pesaro e allungare al primo posto in classifica. Venezia consolida il quarto posto. La Fortitudo Bologna batte Cantù e si salva. La stessa squadra brianzola invece retrocede aritmeticamente in virtù anche della vittoria di Brescia in casa di Cremona. Almeno sul campo, poi si vedrà se la Lega Basket deciderà di salvare tutti. 

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO - AX MILANO 81-88

L’Olimpia, che in settimana ha vinto le prime due gare dei quarti di finale in Eurolega contro il Bayern Monaco, è un diesel a Pesaro in una partita dalle alte percentuali da tre punti (il 42 per cento per i padroni di casa, il 47.8 per gli ospiti). Soffre il primo quarto, 31-14 per la Vuelle, poi rimette lentamente le cose a posto, sorpassa 61-62 alla fine del terzo quarto con un canestro di Biligha (alla fine 7 punti e 7 rimbalzi determinanti) e allunga nell’ultimo periodo con i canestri di LeDay, 22 punti e 23 di valutazione. Finisce 81-88 grazie ad un parziale nei secondi venti minuti da 40-52. A Pesaro non bastano i 20 punti di Robinson e i 16 di Drell. Cain, rientrato dopo l’infortunio, 9 punti e 9 rimbalzi. In casa Olimpia, Micov 15 punti e superati i 2 mila in Serie A.

LAVORO PIU’ Fortitudo Bologna - ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ 75-68

E’ la partita numero 95 tra Fortitudo e Cantù, questa tra le più importanti perché vale la salvezza diretta al termine stagione molto travagliata per entrambe le formazioni. Fortitudo avanti 11-4, poi  Cantù si riorganizza e sorpassa 20-21 allo scadere del primo periodo. Si segna poco e le percentuali sono basse, 27-26 al 15esimo. All’intervallo è 38-38. La Effe prova ad allungare, ma Cantù resta agganciata alla partita. Al 30esimo è 56-52. Radic (17 punti e 10 rimbalzi) tiene in vita gli ospiti: 61-59 al 35esimo. Banks (20 punti) regala la giocata del nuovo allungo, 68-59. Aradori (17 punti e 5 assist) appoggia il 72-66, Cantù (Gaines 22, Procida 10) non ne ha più, finisce 75-68. Bologna è salva, Cantù è retrocessa, almeno sul campo

VANOLI CREMONA - GERMANI BRESCIA 89-94

Dopo aver vinto domenica scorsa a Brindisi la Vanoli vuole regalarsi i play off. I patron delle due squadre (Vanoli e Bonetti) sono entrambi di Cremona e ci tengono a vincere. Squadra di casa subito avanti 10-3, ma gli ospiti tirano bene da tre e sorpassano 25-26 al decimo. La Vanoli è molto precisa da due punti, i due Williams sono ispirati: 45-39, poi 47-43 al 20esimo. Le iniziative di Bortolani e Crawford (alla fine 14 punti) danno il vantaggio esterno, 61-62 al 27esimo. Poeta regala il 71-69 interno, Bortolani il 71-74. Ospiti avanti 75-80, poi 82-86. Il finale è punto a punto. Bortolani segna l’83-88, poi l’87-90. Cremona segna l’89-90. Bortolani (alla fine 23 punti) chiude la partita con una schiacciata. Finisce 89-94. Brescia è salva con una giornata di anticipo grazie anche alla suntuosa partita di Burns, 17 punti e 12 rimbalzi. A Cremona non bastano i 28 punti di TJ Williams e i 20 dell’altro Williams. 

BANCO SARDEGNA SASSARI - UNA HOTELS REGGIO EMILIA 89-82

Nelle 40 gare giocate tra Dinamo Sassari e Pallacanestro Reggiana 21 vittorie degli emiliani contro le 19 dei sardi. Caja raggiunge Sacripanti al nono posto della classifica delle gare allenate in Serie A a quota 647. L’avvio è tutto degli ospiti: 8-16, poi 10-20. Al decimo è 19-25. Ospiti al massimo vantaggio 28-41 con le giocate di Lemar (19 punti alla fine). Al riposo lungo è 43-53. La Dinamo cambia passo, Spissu e Bendzius danno il 55-57 al 25esimo, lo stesso Bendzius mette la tripla del primo vantaggio Dinamo, 73-71. Reggio Emilia soffre, Sassari allunga 84-78. Bilan (17 punti e 7 rimbalzi) mette il sigillo della vittoria: 89-82 con 11/20 da tre punti

UMANA VENEZIA - DE LONGHI TREVISO 82-62

Derby veneto di alto livello. Cinque i precedenti tra Reyer Venezia e Universo Treviso, 3 in campionato e 2 nei gironi di Supercoppa 2020. Treviso non ha mai vinto nelle gare giocate al Taliercio. Primo quarto equilibrato, 19-15. Venezia allunga 27-15, poi 33-18 al 15esimo. La Reyer va negli spogliatoi avanti 41-24. Il secondo parziale è 22-9, Tonut è già a quota 14. I padroni di casa allungano 50-27 e la partita è virtualmente chiusa. Al terzo riposo è 57-43. Dopo qualche minuto di difficoltà, Venezia riprende a segnare: al 33esimo è 62-43. Finisce 82-62. Tonut 20 punti, Watt 19. 

OPENJOBMATIS VARESE - ALLIANZ TRIESTE 73-79

Trieste non ha mai vinto a Varese e lo fa questa sera con una partita molto equilibrata. Cinque in doppia cifra (Doyle 16, Delia 13), il 55 per cento da due e 15 assist contro 10. Varese avanti 20-15 al primo quarto. Beane è già a 10 punti. Le triple di Laquintana e Doyle mandano avanti Trieste 30-36 al 17esimo, poi 37-40 al ventesimo. I padroni di casa rientrano in campo con un piglio diverso: parziale da 12-0  per il 49-40 al 25esimo. Trieste si riorganizza. Al 30esimo è 53-53. Partita equilibrata, 61-63 al 34esimo. Doyle e Laquintana regalano il guizzo finale per gli ospiti che vincono 73-79 e centrano i play off aritmeticamente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA