Mondiali, Anastasi: «Contro l'Italia grandi emozioni»

Martedì 11 Settembre 2018 di Redazione Sport
Italia-Belgio, in programma giovedì prossimo a Firenze e sarà una gara particolare anche per Andrea Anastasi, ct del Belgio: «Se sarò emozionato? Assolutamente sì. Il sale della vita sono le emozioni e questa sarà grande. Noi siamo una squadra interessante ma non so fino a che punto, visto che questa squadra non sta insieme e non compete dallo scorso europeo. Già domani con l'Argentina ci giochiamo l'eventuale passaggio del turno». «Sarà tutto complicato ma spero che i ragazzi saranno pronti», ha aggiunto Anastasi che avrà come avversario, sulla panchina dell'Argentina Julio Velasco. «Per me è una persona speciale, mi ha insegnato molto a livello personale, umano e tecnico. Con lui ci sarà sempre il massimo rispetto nei suoi confronti». Poi torna alla gara con l'Italia: «In Belgio ci tengono molto ma ho subito detto che sarà una gara diversa dallo scorso anno. L'Italia è diversa, ci saranno Zaytsev e Juantorena. È una delle sette squadre che può andare a medaglia, non so quale ma ci può arrivare». A due passi da lui c'è proprio Julio Velasco, attuale ct dell'Argentina: «Venire a giocare in Italia è sempre un piacere. Il tecnico è un mio carissimo amico, ci sono tanti dirigenti che conosco. Sarà sicuramente un'emozione ma poi ci sarà da pensare alle partite. Anastasi? Gioco un mondiale dove ci sono diversi tecnici che sono stati miei giocatori, forse dovrei andare in pensione», dice ridendo. «L'ho convocato per la prima volta in nazionale nel 1989 a sorpresa di tutti. Secondo me era un giocatore imprescindibile per capacità tecnica, per personalità. Mi inorgoglisce che tanti giocatori di quella nazionale sono diventati anche ottimi allenatori». Velasco non vuol fare paragoni con la sua Italia: «Sarebbero ingiusti, presuntuosi, poi questi paragoni sono sempre una rottura di .., Loro sono di un'altra generazione, un'altra squadra. L'Italia della pallavolo da molti anni fa salti di qualità, in ogni competizione. Forse la concorrenza di altri sport è più agguerrita ma la pallavolo italiana è di alto livello». © RIPRODUZIONE RISERVATA