Ginnastica, Bartolini fa la storia: oro mondiale nel corpo libero. «Ora mi merito una statua»

Ginnastica, Bartolini fa la storia: oro mondiale nel corpo libero
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Sabato 23 Ottobre 2021, 13:00 - Ultimo aggiornamento: 13:29

In questo 2021 meraviglioso per lo sport italiano c'è posto anche per un'altra stella che compie qualcosa di indelebile. L'impresa questa volta arriva da Kitakyushu, Giappone, ed è firmata da Nicola Bartolini, che porta l'Italia sul tetto del mondo nella ginnastica artistica a 24 anni di distanza dall’ultimo sigillo di Yuri Chechi. Un oro che, però, arriva nel corpo libero. Una specialità nel quale la nostra memoria si fermava addirittura al bronzo di Franco Menichelli nel 1966, bravissimo a bissare il bronzo di quattro anni prima, quello del 1962 a Praga, all'epoca Cecoslovacchia.

Ginnastica, gravissimo infortunio per Hitomi Hatakeda: danni alla spina dorsale

Ginnastica, Bartolini fa la storia: oro mondiale nel corpo libero

La prestazione di Bartolini è di quelle che fa battere il cuore. L'azzurro ottiene un punteggio di 14.800. Il ginnasta si è piazzato davanti al giapponese Kazuki Minami (medaglia d'argento) e al finlandese Emil Soravuo (bronzo). In gara, Nicola è stato il primo a esibirsi: una prima diagonale stoppata, la seconda con le spalle un po’ basse e una terza meno perfetta con un leggero saltello. Il resto è apoteosi. Ed è stato oro. Il sigillo di questo 2021 incredibile per i colori italiani, dominatori un po' ovunque. Soltanto sei mesi fa Bartolini aveva vinto la medaglia di bronzo agli Europei di Basilea e l'oro ai campionati assoluti a Napoli. Non solo.

L'Italia festeggia anche per la storica medaglia d'argento di Asia D'Amato, ad appena 18 anni, nel volteggio. Con un punteggio finale di 14.133. Oro alla brasiliana Rebeca Andrade campionessa olimpica, terza la russa Angelina Melnikova. Ma non è finita qui, perché arrivano altre due medaglie dai campionati iridati in Giappone: Marco Lodadio si conferma vicecampione del mondo negli anelli, medaglia di bronzo (pari merito con il
russo Klimentev) per Salvatore Maresca.

Bartolini: «Ora mi merito una statua»

«È un risultato storico: ora mi aspetto una statua», ha detto il neo campione del mondo sorpreso dopo la sua impresa. «È un momento indescrivibile - dice da Kytakyushu il 25enne ginnasta di Quartu Sant'Elena -. È stato un periodo duro tra preparazione e mille cose. Ho tirato fuori gli artigli e ho fatto gli esercizi giusti al momento giusto. Poi c'è stata un pizzico di fortuna, che non basta mai, ma quando si lavora duro il risultato si vede».

© RIPRODUZIONE RISERVATA