Fiamme Gialle, premiate le eccellenze: da Tortu a Wierer

Tortu
2 Minuti di Lettura
Martedì 9 Aprile 2019, 14:11

Primati e medaglie. Soprattutto campioni dello sport italiani. La festa è loro e ovviamente della Guardia di Finanza.  Da Tortu con il nuovo record italiano nei cento metri alla biathleta neo-campionessa del mondo Dorothea Wierer, l'olimpionica della discesa Sofia Goggia e l'atleta Paralimpica Oxana Corso. Gli atleti delle Fiamme Gialle sono stati premiati dal gruppo sportivo della Guardia di Finanza alla consueta cerimonia annuale alla caserma 'Sante Larià a Roma. Presenti anche il numero uno del Coni, Giovanni Malagò e quello del Cip Luca Pancalli: «Con le Fiamme Gialle abbiamo intenti reciproci - ha rilevato Malagò - oggi tra le tantissime complicazioni e difficoltà che ci sono in tutti i settori onestamente sta andando molto bene. Le Fiamme Gialle hanno saputo incidere in un percorso con i centri di preparazione di alto livello, chiunque cerca di circoscrivere questa parola vuol dire che non sa nulla di sport». Mentre il numero uno del Comitato italiano Paralimpico ha tenuto a specificare che «avete conquistato straordinari risultati - le parole di Pancalli - ma soprattutto lo avete fatto animati dal valore più prezioso che possiede la grande famiglia dello sport italiano: la passione. Voi declinate nel miglior modo la possibilità che lo sport possa rappresentare con concretezza la terza agenzia educativa dopo famiglia e scuola. Sogno di vedere i miei atleti paralimpici poter essere arruolati in ruoli speciali. Sarebbe l'immagine più bella che possa dare il nostro Paese». Il Comandante generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi ha sottolineato i «risultati di assoluto rilievo e che resteranno nelle pagine del libro dello sport italiano» mentre il Gen.B. Vincenzo Parrinello, comandante del gruppo polisportivo Fiamme Gialle e comandante 'pro temporè del Gruppo Sportivo ha evidenziato che «i risultati sportivi vanno valutati per il loro peso specifico: alcuni risultati di nostri atleti sono stati storici. È stato un anno straordinario coronato dalla vittoria mondiale della Wierer nel biathlon».

© RIPRODUZIONE RISERVATA