Ozzy Osbourne pubblica “Under The Graveyard”, nuovo singolo prima dell'lp “Ordinary Man”

Sabato 9 Novembre 2019
Ozzy Osbourne
Ozzy Osbourne pubblica  Under The Graveyard, il suo nuovo singolo da solista dopo 10 anni. «Under The Graveyard», ballata che si trasforma in un potente rock, è il primo singolo del prossimo album di Ozzy, in uscita a inizio 2020, che si intitolerà Ordinary Man (Epic Records/Sony Music). «Questo album è stato un dono - è la prova a me stesso che non bisogna arrendersi mai», ha dichiarato Ozzy. Registrato a Los Angeles, l’album vede la partecipazione del produttore Andrew Watt alla chitarra, Duff McKagan (Guns N ‘Roses) al basso e Chad Smith (Red Hot Chili Peppers) alla batteria. «Probabilmente questo è l’album più importante che ho fatto da molto tempo, credo da No More Tears», dice Osbourne. «Tutto è iniziato quando Kelly (sua figlia, ndr.) entra dicendo “vuoi lavorare su una canzone di Post Malone?”» racconta Ozzy. «Il mio primo pensiero è stato “chi è Post Malone?!” »Sono andato a casa di Andrew (Watt, ndr.) e ha detto che avremmo lavorato molto in fretta. Dopo aver finito quella canzone, ha detto: “saresti interessato a iniziare a lavorare su un album?” Ho detto: “sarebbe fantastico, ma ora sto pensando che non voglio lavorare in uno studio nel seminterrato per sei mesi!” E in poco tempo, abbiamo finito l’album. Duff (McKagan, ndr.) e Chad (Smith, ndr.) hanno preso parte al progetto: ci trovavamo a suonare durante il giorno e a finire le canzoni la sera. In precedenza avevo detto a Sharon che avrei dovuto realizzare un album, ma dentro di me pensavo di non averne la forza…ma Andrew me l’ha tirata fuori. Spero davvero che la gente lo ascolti e si diverta, perché ho messo il mio cuore e la mia anima in questo album», ha concluso Osbourne. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma