Sanremo 2020, pagelle canzoni seconda serata: Tosca 8, Junior Cally 7, Gabbani 5

Sanremo 2020, pagelle canzoni seconda serata: Tosca 8, Junior Cally 7, Gabbani 5
di Federico Vacalebre
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Febbraio 2020, 01:33 - Ultimo aggiornamento: 20:18

Sanremo 2020, dall'esordio all'Ariston di Piero Pelù al ritorno di Michele Zarrillo. Ecco le pagelle della prima serata:

GIORDANA ANGI
Come mia madre
 3
Son tutte belle le mamme del mondo, non son tutte belle le canzoni sulle mamme. Proprio no. 

Sanremo, diretta seconda serata. Junior Cally senza maschera sul palco, i Ricchi e Poveri infiammano l'Ariston
Sanremo, pagelle look seconda serata: Junior Cally 6, Sabrina Salerno si cambia (ma è peggio)

FRANCESCO GABBANI
Viceversa 5

Meno filastroccoso del solito, il cantautore fischietta e passa avanti senza graffiare.

PAOLO JANNACCI
Voglio parlarti adesso 5

Nel nome del padre e della figllia, a cui il pezzo è dedicato, con eleganza e poca originalità.
 
JUNIOR CALLY
No grazie 7

Un groove potente contro il sovranismo, un titolo-slogan, i due Mattei nel mirino.
 

 


ELETTRA LAMBORGHINI
Musica (e il resto scompare) 4

Il resto scomparirà pure, ma la musica dov’è in questo reggaeton gipsy? Meglio il resto, sotto il twerkin nulla.

LEVANTE
Tiki bom bom 6

Storie di freak, di diversi che orgogliosamente non vogliono rientrare nel gregge che balla allo stesso ritmo di moda.

ENRICO NIGIOTTI
Baciami adesso 3

Lui ci prova e ci riprova, ma senza canzoni è davvero difficile andare avanti.

PIERO PELÙ
Gigante 6

Quasi una parodia del «diablo» in onore della nipotina, ma la performance live da rockettaro della vecchia guardia alza il voto.

PINGUINI TATTICI NUCLEARI
Ringo Starr 5 e 1/2

Una vita da mediano tra Paul McCartney e George Lennon. Ma Ringo Starr è lontano e persino Pete Best.

RANCORE
Eden 7

La mela del peccato originario rotola sul rap come un flusso di coscienza nel paradiso perduto al tempo dei social asociali.

TOSCA
Ho amato tutto 8

Elegante, ariosa, l’amore raccontato come «l’unica messa a cui io sono andata». E una grande interpretazione.

MICHELE ZARRILLO
Nell’estasi e nel fango 5

Falsetto e ritmi più sostenuti alla ricerca di un rinnovamento ancora incompiuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA