Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Jovanotti, chi sono i ragazzi di via Massena di cui ha parlato a Sanremo? Da Linus a Fiorello, ecco perché

Jovanotti, chi sono i ragazzi di via Massena di cui ha parlato a Sanremo? Da Linus a Fiorello, ecco perché
di Ilaria Ravarino
3 Minuti di Lettura
Sabato 5 Febbraio 2022, 13:51 - Ultimo aggiornamento: 18:29

Jovanotti chiama, i ragazzi di via Massena rispondono. Superospite a sorpresa della quarta serata del Festival di Sanremo, ieri Lorenzo Cherubini ha ricordato sul palco dell’Ariston gli anni a Radio DEEJAY, «quelli in cui Claudio Cecchetto aveva riunito attorno a sé degli scappati di casa - ha detto - un gruppo di ragazzi fantastici, 35 anni fa. Io, te, Linus, Fiorello, Nicola Savino, Leonardo Pieraccioni, Albertino, gli 883, Marco Baldini. Lanciavamo le nostre “bombettine” di allegria. E mi fa piacere rivederti qua».

Sanremo 2022, Gianni Morandi con Jovanotti vince la serata cover. «Gara falsata», scoppia la polemica sul web

Sanremo 2022, ascolti record: Amadeus verso la conferma per la quarta edizione consecutiva

Pronta la reazione dei “ragazzi”, oggi conquanta-sessantenni, che hanno risposto all’amico via social. «Se c’è una cosa che vorrei imparare da Lorenzo è essere sempre così generoso. Artisticamente, fisicamente e umanamente. Grazie Lorè» ha scritto Linus su Instagram, oggi a 64 anni direttore artistico di Radio Deejay. «I ragazzi di via Massena conquistano l’Ariston», è stata la risposta di Albertino, 59 anni, conduttore radiofonico da 40. E ancora «è un privilegio che un pezzo della tua giovinezza sia raccontato a Sanremo - ha commentato Nicola Savino, 54 anni, conduttore di Back to School su Italia 1 - Quando sei dentro a un mito, quando costruisci qualcosa di leggendario come le fondamenta di quella Radio DEEJAY, non te ne rendi affatto conto. Forse per questo diventa mito, perché tutti fanno tutto con leggerezza».

 

Nessun commento da Leonardo Pieraccioni, 56, che sarebbe dovuto salire sul palco dell’Ariston proprio stasera per promuovere il film Il sesso degli angeli, previsto in sala questo weekend ma spostato al 21 aprile (lascia in dote all’Ariston Sabrina Ferilli, attrice nel film), e che su Instagram commenta lapidario: «Ragazzi, ma qui si sta perdendo il capo con questo Fanta Sanremo, ma che v’é preso? Ricominciate a drogarvi». E se Cecchetto ringrazia Jovanotti pubblicando uno screenshot del palco di Sanremo, Fiorello, 61 anni, resta muto. Da quando ha azzerato i social, in previsione della tempesta Sanremo, si fa vivo solo con Amadeus al telefono per complimentarsi del successo delle serate. Ma di via Massena aveva parlato proprio qualche giorno fa ai microfoni della radio, per festeggiare i quarant’anni di Radio DEEJAY: «Il primo giorno alla radio Linus mi ha fatto da autista, siamo andati a Riccione insieme in macchina. Ero rigorosamente scalzo, poi mi sono evoluto. Era una grandissima squadra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA