Demi Lovato ricoverata in gravi condizioni a Hollywood per un'overdose da eroina

Martedì 24 Luglio 2018
6

Demi Lovato in gravi condizioni per un'overdose da eroina: la cantautrice e attrice americana è stata ricoverata in un ospedale a Hollywood. Una situazione drammatica per l'artista texana di 25 anni  che sembrava essere uscita dalla dipendenza da stupefacenti, alcol e psicofarmaci anche se i testi delle ultime sue canzoni lasciavano intendere il rischio di una ricaduta. 
 

Sei anni fa era riuscita a smettere con alcol e cocaina. Solo il mese scorso aveva pubblicato la canzone Sober, in cui parla proprio dei suoi problemi di alcolismo. E' una delle star più seguite al mondo con ben 69.5 milioni di followers su Instagram​.

LEGGI ANCHE: Demi Lovato choc: «sniffavo cocaina ogni mezz'ora»
 

 

Stando a quanto riportato dal sito statunitense TMZ, il Dipartimento della Polizia di Los Angeles ha risposto a una chiamata di emergenza proveniente proprio dall'abitazione della cantante sulle colline di Hollywood. Milioni i fan in ansia. Lovato è stata trasportata d'urgenza in un ospedale dell'area di Los Angeles poco prima di mezzogiorno. Da qualche tempo la star 25enne dava segni di instabilità. Pochi giorni fa il Daily Mail aveva riportato la notizia che la giovane artista, da poco uscita dall'ennesimo ricovero in una clinica per la riabilitazione dalle dipendenze, era stata vista uscire ubriaca da un locale di Hollywood. Prima di quell'episodio, nel bel mezzo della sua tournée, aveva licenziato il suo manager, Phil McIntyre. Fonti vicino alla cantante dicono che McIntyre stesse cercando in tutti i modi di tenere l'artista lontana dai guai. Solo il mese scorso, Demi Lovato aveva pubblicato il singolo Sober, in cui si scusava per aver rotto, per la prima volta dopo sei anni, il suo voto di sobrietà.

In passato la giovane star aveva lottato a più riprese contro la sua dipendenza da droghe e alcol, che l'avevano costretta anche a un periodo di riabilitazione. Nel 2011, divenuta redattrice per la rivista Seventeen, aveva scritto un articolo in cui descriveva la sua battaglia. Qualche mese dopo aveva realizzato per Mtv un documentario in cui raccontava le sue esperienze mentre si trovava in clinica. Nel febbraio del 2012, però, era stata ricoverata in un ospedale di Palm Springs dopo aver tentato il suicidio con delle pillole.

Nata ad Albuquerque, in Nuovo Messico, il 20 agosto 1992, da una famiglia di origini messicane, irlandesi e italiane, Demi Lovato aveva esordito a soli 7 anni con la serie Barney & Friends trovando poi il successo nel film prodotto dalla Disney Camp Rock. Giovanissima è stata ingaggiata dalla Hollywood Records pubblicando il primo album, Don't Forget. Fra i suoi brani più venduti This Is Me, La La Land, Skyscraper, Give Your Heart a Break, Heart Attack, Let It Go, Neon Lights, Really Don't Care, Cool for the Summer, Confident, Sorry Not Sorry e Tell Me You Love Me. Con l'album Confident ha ottenuto la sua prima candidatura al prestigioso premio Grammy.

Il suo ultimo lavoro per il grande schermo invece è del 2017, quando per la Sony aveva prestato la voce a Puffetta nel film d'animazione I Puffi - Viaggio nella foresta segreta. I fan italiani avevano avuto modo di abbracciarla per la prima volta lo scorso 27 giugno, quando si era esibita in concerto sul palco della Unipol Arena di Bologna, per l'unica tappa in Italia del suo Tell me you love me World Tour. A oggi Demi Lovato è una delle star più seguite al mondo con 69,6 milioni di followers su Instagram, 56,2 milioni su Twitter e più di 37 milioni su Facebook.

Il successo non ha però cancellato gli effetti del bullismo subito da ragazzina e delle successive dipendenze.

Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA