Abusa sessualmente di una cameriera al ricevimento, arrestato nel giorno delle nozze

Venerdì 8 Febbraio 2019 di Federica Macagnone
Abusa sessualmente di una cameriera al ricevimento, arrestato nel giorno delle nozze

Per rendere catastrofico il giorno delle proprie nozze, il 31enne Matthew Aimers non poteva scegliere modo migliore: farsi arrestare durante il ricevimento dopo aver, in rapida sequenza, abusato sessualmente di una cameriera minorenne, scatenato una rissa tra i tavoli, insultato e sfidato i poliziotti intervenuti. Se gliene avessero dato il tempo, avrebbe trovato il modo di combinare qualche altro guaio: invece, sotto gli occhi allucinati degli invitati e di una sposa in lacrime che chissà quando si riprenderà dallo choc, è stato portato via in manette dal Northampton Valley Country Club di Philadelphia dove si era svolto il banchetto nuziale. A tre mesi dalla vicenda, avvenuta a novembre, è stato messo sotto processo.

Mamma si lancia da un ponte insieme al figlio: choc in Colombia
Molestie, Kevin Spacey rigetta l'accusa da parte di un massaggiatore anonimo

In base ai rapporti della polizia, durante il ricevimento Matthew ha adocchiato una cameriera minorenne e ha cominciato a tampinarla immediatamente, come se pochi minuti prima non avesse giurato fedeltà alla moglie per l'eternità, in base a un concetto di "eternità" piuttosto personale. Passando dagli sguardi ai fatti, le ha proposto di andare fuori con lui a "pomiciare" offrendole 100 dollari, e quando lei ha opposto un gentile, ma fermo, rifiuto l'ha seguita in bagno, l'ha stretta in un angolo e ha cominciato a toccarla ovunque e a spogliarsi: si è arreso solo quando la ragazza, sotto choc, è riuscita a fuggire. Non contento, e probabilmente irritato per la sfumata "avventura", poco dopo ha scatenato una rissa prendendo a pugni alcune persone, facendo sì che venisse chiamata la polizia a intervenire: una volta sul posto, gli agenti si sono trovati davanti Matthew che, furibondo, li ha insultati e sfidati a lottare.

Una sfida che non ha impaurito nessuno: in men che non si dica i poliziotti lo hanno ammanettato e portato via sotto gli occhi della sposa che si stava chiedendo che razza d'uomo avesse appena sposato. La stessa domanda che si sono posti i giudici del tribunale dove Matthew è apparso mercoledì nella prima udienza per rispondere di assalto sessuale nei confronti di una minorenne, aggressione, resistenza all'arresto. Lui nega tutte le accuse e sostiene di essere innocente: come riuscirà a dimostrarlo è per tutti un mistero. 

Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio, 15:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare e lavorare, vita da nomade digitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma