Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Elezioni Lazio, 53 comuni al voto: test per l’alleanza Pd-5S, tensioni nel centrodestra

Domenica 29 Maggio 2022, 00:27 - Ultimo aggiornamento: 30 Maggio, 08:57

LATINA. Circeo, il primo cittadino si ritira: al suo posto si presenta la moglie

Non si vota nel capoluogo ma in sette centri della provincia. A San Felice Circeo il sindaco uscente Giuseppe Schiboni avrebbe potuto riprovarci, ma ha lasciato il testimone alla compagna, Monia Di Cosimo, 51 anni, madre dei suoi due figli più piccoli. Se la vedrà con un’altra donna, la coetanea Rita Petrucci, ex presidente del Consiglio comunale. Neppure una donna, invece, è in corsa a Sabaudia: l’ultima sindaca Giada Gervasi è arrestata a febbraio e da pochi giorni è libera con divieto di dimora in città. I candidati sono cinque e sono tutti uomini, tre sono militari (Paolo Mellano, ufficiale 50enne dell’Esercito Italiano che raccoglie la difficile eredità della lista della Gervasi; Enzo Di Capua, 63 anni, ex direttore del Reparto sportivo Vela delle Fiamme Gialle e il generale dei carabinieri Alberto Mosca, 65 anni). Ci sono poi due ex sindaci: il 71enne Maurizio Lucci, due volte primo cittadino fino al 2017; e Giancarlo Massimi, 60 anni, che il sindaco lo ha fatto per tre mandati a Civitella Alfedena, nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Si vota anche a Gaeta, il più grande dei centri pontini chiamati al voto.

E’ una sfida a cinque per il dopo Cosmo Mitrano, sindaco che ha rilanciato la cittadina del Golfo. Il suo pupillo, Cristian Leccese, 40 anni, se la dovrà vedere con Silvio D’Amante, odontoiatra di 67 anni, già due volte sindaco; Silvia Mitrano (solo omonima di Cosmo) e altri due contendenti. Testa o croce sull’isola di Ponza. Il sindaco uscente Francesco Ferraiuolo ha rinunciato al bis. La sfida è tra l’ex sindaco Pompeo Porzio e Francesco Ambrosino, assessore della precedente giunta guidata dal giornalista Piero Vigorelli. Sorpresa infine a Ventotene con due candidature dell’ultima ora: Mario Adinolfi, esponente del Partito della Famiglia, e l’attivista Luca Vittori del Partito Gay per i diritti Lgbt, le cui presenze sull’isola si sono contate finora sulle dita di una mano. La partita se la giocano Gerardo Santomauro, ex sindaco sfiduciato a pochi mesi dalla scadenza del mandato, e Carmine Caputo, ex segretario comunale.

di Vittorio Buongiorno e Rita Cammarone

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA