Effetto pandemia, snack “verdi” e passeggiate se il cane è in sovrappeso

Effetto pandemia, snack “verdi” e passeggiate se il cane è in sovrappeso
di Maria Serena Patriarca
3 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Febbraio 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 08:29

Anche i cani hanno bisogno di remise en forme: dal dilagare della pandemia, più che mai, il sovrappeso è diventato un problema per un “fido” su 4.

È quanto emerge da uno studio promosso dall’Osservatorio sulla Sana Alimentazione Dog Heroes condotto su oltre 50mila cani nel nostro Paese nel corso del 2021: viene evidenziato che il 25 per cento di questi animali domestici è in sovrappeso. Sempre più amici a quattro zampe soffrono di patologie, allergie o chili di troppo a causa di un’alimentazione sbagliata o non equilibrata, in tandem con il poco tempo dedicato al movimento. E senza l’adeguata nutrizione e la giusta dose di passeggiate quotidiane i “cuccioli”, più o meno grandi, rischiano l’obesità. Nella classifica dei cani che hanno accumulato chili di troppo spiccano, secondo la ricerca, i Labrador Retriever, i Bouledogue francesi, i Jack Russel Terrier, i Chihuahua e i bassotti. «Dal dilagare del Covid in poi, specialmente con l’intensificarsi dello smart working, che porta molti padroni a trascorrere più ore in casa – spiega Laura Cutullo, medico veterinario – tanti cani si sono trasformati in formidabili richiedenti di cibo: crocchette, biscotti, cracker somministrati extra rispetto alla razione quotidiana diventano un’insidia per mantenere il peso ideale». Sarebbe meglio, se il cane li accetta, sostituire gli snack con pezzetti di verdure crude, come finocchio, carota o sedano. «I cani risentono dell’ansia e dello stress del padrone: è chiaro che se ci vedono aprire continuamente il frigorifero, in preda alla fame nervosa, anche loro chiederanno la propria parte», aggiunge la dottoressa Cutullo, precisando che un «ruolo fondamentale nel prevenire il sovrappeso dei nostri cani è accompagnarli, almeno una volta al giorno, a fare una vera passeggiata all’aperto, senza limitarci alle uscite lampo sotto casa».

IL MOVIMENTO

I cani hanno bisogno di correre e giocare (al riporto, con un bastoncino, nel parco) e se sono di piccola taglia potete tenerli in forma anche a casa, facendoli muovere e saltare, magari con l’ausilio di una pallina. Se cercate un rimedio naturale per l’animale che ha problematiche col cibo, la Cutullo, che è anche omeopata ed esperta in Floriterapia, consiglia i Fiori Californiani in gocce, diluiti nell’acqua, da mettere in bocca o sulla pappa: Madrone va bene per i cani che non si saziano mai, mentre Manzanita per gli amici a quattro zampe che prediligono il junk food al cibo sano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA