ROMA

Virginia Raggi, pioggia di promozioni dalla giunta: aumenti in busta paga per 8 milioni

Venerdì 23 Agosto 2019
Pioggia di promozioni dalla giunta Raggi: aumenti in busta paga per 8 milioni

Quando Virginia Raggi sedeva tra i banchi dell'opposizione e anche quando girava in campagna elettorale, le posizioni organizzative le voleva abolire. Ora, nel bel mezzo di questo afoso e silenzioso agosto, è uscito il bando per questi incarichi da vicedirigenti con potere di firma e con sedicimila o dodicimila euro in più sullo stipendio. Si tratta di figure che vengono scelte direttamente dal dirigente per organizzare il lavoro e rapportarsi al resto dei sottoposti.

LEGGI ANCHE Roma, Raggi raddoppia lo stipendio al segretario

IL DETTAGLIO
E c'è un dettaglio non banale che mostra quanto l'amministrazione Raggi non abbia voluto rinunciare all'ondata imminente di 672 promozioni: il punteggio massimo del colloquio con il dirigente che nomina la sua fidatissima posizione organizzativa vale più di un master o di un'iscrizione a un albo professionale. Per la prima volta i fondi che servono a retribuire questi incarichi sono già stati stanziati in bilancio e non graveranno sul fondo indennità. Sono circa otto milioni di euro, comprese le nomine nel settore Scuola. Il bando è stato pubblicato il 7 agosto e le domande dovranno arrivare entro il 6 settembre. Servono 557 posizioni organizzative per l'Area Tecnico-amministrativa e 115 per l'Area educativa e scolastica, ovvero persone che verranno dislocate tra il Dipartimento e i municipi per i piani formativi. E la Polizia locale? Gode di una speciale deroga.

LE TIPOLOGIE
Gli incarichi si dividono in due tipologie, A e B. Il primo è pagato sedicimila euro in più l'anno, il secondo dodicimila. Oltre al ruolo organizzativo o di «alta professionalità», è prevista una funzione di raccordo politico istituzionale. Insomma, sarà una pioggia di promozioni volta a creare una corte scelta di fedelissimi in grado di traghettare l'amministrazione fino a fine mandato. Come vengono scelti? La laurea specialistica vale sei punti, tanto quanto il colloquio che si fa con il dirigente che attribuisce l'incarico. La laurea triennale vale due punti, gli incarichi di specifiche responsabilità almeno biennali già svolti valgono solo due punti. I requisiti sono stringenti per alcuni, calzanti per altri.
 


Il gabinetto della sindaca Raggi conferirà ben 18 incarichi (domande entro il 26 agosto), profili che devono avere un'esperienza di almeno tre anni nella P.A., di cui l'ultimo anno di servizio effettivo presso Roma Capitale. Incarichi che prevedono tra l'altro la partecipazione tassativa alle commissioni di gara sempre evitate con cura. Sono tutti ruoli apicali. Si cercano posizioni per il supporto giuridico - operativo, per il «supporto alla gestione delle risorse esterne e interventi straordinari», per il «supporto alla governance degli enti partecipati». Diverse figure sono però descritte genericamente come staff i cui obiettivi di mandato diventa anche difficile misurare. C'è anche una posizione organizzativa per l'Anticamera (cioè?), per le relazioni interistituzionali (leggi uomo fidato da mandare nelle varie cabine di regia), e poi c'è anche una posizione da definire all'interno delle relazioni internazionali e nel Cerimoniale. Promozioni a pioggia che potrebbero irritare i consiglieri già arrabbiati per il salto di carriera concesso a Fabrizio Belfiori. La Ragioneria arruola 32 posizioni, le Risorse Umane 21, il Simu 21, il Dipartimento Ambiente 19 e i Trasporti 13. Ai Municipi dove si erogano i servizi, e dove servirebbero dipendenti in grado di organizzare meglio il lavoro, ne arrivano 11 o 12 di fascia B e tre di fascia A. «Siamo stati quattro anni interi senza posizioni organizzative, non cambierà nulla - confida un dipendente dei piani alti. - Servirà a dare un ulteriore scudo ai direttori apicali che delegheranno sempre di più a dispetto dei loro 30 mila euro di indennità all'anno».

Stefania Piras
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 24 Agosto, 00:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma