Stuprarono una ragazza minorenne al falò di Ferragosto: tre arresti a Fiumicino

Venerdì 24 Aprile 2020

Era la notte tra il 15 e il 16 agosto del 2019 quando su una spiaggia di Fiumicino una ragazza minorenne venne stuprata da tre ragazzi al termine di un falò. Gli aggressori tutti italiani - due dei quali diventati poi maggiorenni - sono stati arrestati con l'accusa di violenza sessuale di gruppo questa mattina dagli agenti di polizia della IV sezione della Squadra Mobile di Roma, diretti da Pamela Franconieri, in collaborazione con il commissariato di Fiumicino.

Quella sera, al falò sulla spiaggia, parteciparono una decina di giovani, tutti minorenni. Una comitiva della zona, in cui c'erano ragazzi e ragazze che si conoscevano da tempo e altri che si unirono quella sera stessa. Sembrava una festa d'estate come tante altre ma poi si è trasformata in un incubo per una delle partecipanti. Stordita dall'alcol la ragazzina fu assalita dai tre aggressori. La giovane non potè difendersi né i pochi partecipanti del falò che erano rimasti in spiaggia si prodigarono per aiutarla.

L'indagine, scattata dopo la denuncia della giovane, è stata lunga e complessa. Complice anche la reticenza di molti dei ragazzi che presero parte al falò. Quando gli agenti della Mobile hanno fermato gli aggressori, i tre non hanno opposto resistenza. Il Gip del tribunale per i Minorenni di Roma ha disposto nei loro confronti misure cautelari differenziate: collocamento in comunità, obbligo di permanenza in casa e prescrizioni.

Rimini, una turista ventenne stuprata in spiaggia, un'altra scampa alla violenza
Rimini, diciassettenne inglese violentata in spiaggia

 
 

Ultimo aggiornamento: 16:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA