Sfregio alla casa di Alberto Sordi, l'offesa sulla targa di piazzale Numa Pompilio

La scritta è stata cancellata dopo l'intervento della polizia locale

In alto la targa sfregiata in piazzale Numa Pompilio
di Flaminia Savelli
1 Minuto di Lettura
Giovedì 13 Ottobre 2022, 16:51 - Ultimo aggiornamento: 17:12

Uno sfregio e un'offesa alla casa di Alberto Sordi, che oggi ospita un museo sull'artista scomparso nel 2003. I vandali questa volta hanno preso di mira la scritta della targa di Piazzale Numa Pompilio, "correggendo" le ultime lettere. Un insulto che non è passato inosservato ai romani che questa mattina hanno attraversato la storica piazza proprio al centro della città.

Roma, scultura di Jago contro il razzismo distrutta dai vandali. L'artista: «Mi dispiace per la Capitale»

LE SEGNALAZIONI

Le segnalazioni sono arrivate anche ai vigili urbani che hanno eseguito un primo sopralluogo. Gli agenti hanno quindi ripulito la parolaccia ripristinando il nome originale. Dai primi accertamenti, i vandali avrebbero utilizzato un pennarello nero. Verranno comunque eseguiti accertamenti per escludere che il marmo sia stato danneggiato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA