Roma, «Niente affitto a gay e animali a San Lorenzo», ma l'annuncio non è verificabile

Roma, «Niente affitto a gay e animali a San Lorenzo», ma l'annuncio non è verificabile
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Marzo 2019, 15:53 - Ultimo aggiornamento: 22:56

L'indignazione è scattata, anche da parte della sindaca Raggi, ma poi a una successiva verifica i conti non tornano in quell'offerta di affitto, con tanto di discriminazione, al punto che la vicenda potrebbe finire nel file delle fake news.

«Stanza in condivisione con un ragazzo italiano di 28 anni. Appartamento 60 metri quadrati, euro 200 tutto compreso. No gay. No animali». L'annuncio è comparso in un cartello con la scritta affittasi a San Lorenzo. A fotografare l'annuncio è stato uno studente universitario, nel cancello d’ingresso di un palazzo. Il giovane ha prima voluto sentire il proprietario dell'appartamento, che ha messo il cartello - sentendosi dire che il “no” era riservato anche agli immigrati -, e poi ha fatto una segnalazione agli avvocati Ilaria Napolitano e Sara Gitto, legali della coppia gay rifiutata di recente nella discoteca Vinile in via di Libetta, all’Ostiense.

Roma, gay cacciato da un taxi a Trastevere: «Fr..., scendi subito dalla mia auto». Il racconto choc

Sul caso è interventuta con un tweet anche la sindaca Virginia Raggi: «L'annuncio privato apparso nel quartiere San Lorenzo che esclude gay e immigrati dalla possibilità di affittare un appartamento offende tutta la città. Lascia un senso di vergogna e indignazione. Roma non accetta discriminazioni».


In realtà in via Marruccini 14, e nemmeno nel resto della via, esiste un portone che leghi quell'annuncio a un appartamento con quelle caratteristiche. Inoltre non risulta iscritto all'albo degli avvocati forensi, il legale che avrebbe contribuito a diffondere la notizia insieme a un suo cliente, uno studente, il primo a notare il cartello che ha poi telefonato al propietario. Insomma, in questa notizia mancano troppe tessere mancano all'appello della verità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA