Roma, gay cacciato da un taxi a Trastevere: «Fr..., scendi subito dalla mia auto». Il racconto choc

Lunedì 25 Febbraio 2019 di Veronica Cursi
9

Era salito su un taxi con due amiche a piazza Trilussa, nel cuore di Trastevere, e dopo aver chiesto al tassista: «Puoi fermarti a un distributore automatico per comprare le sigarette?», si è sentito rispondere: «Del tu lo dai ai tuoi simili, frocio scendi subito dal mio taxi». Così Diego, parucchiere omosessuale di 30 anni, è stato lasciato per strada sabato notte 10 febbraio, intorno alle 2.

«Noi, respinti dal locale perché gay» Il gestore: nessuna discriminazione

Il guidatore, un uomo sulla sessantina, dopo aver fermato l'auto è ripartito senza dare spiegazioni. «Eravamo saliti da qualche minuto - racconta il ragazzo - quando quella mia richiesta l'ha mandato su tutte le furie, mi ha aggredito verbalmente senza motivo e ci ha cacciati dal taxi. Abbiamo cercato di dissuaderlo, ma non c'è stato nulla da fare».
Le ragazze che erano con lui confermano il racconto di Diego che adesso si chiede: «Possibile che nel 2019 ci sia ancora questa omofobia? E' assurdo, siamo stati trattati come animali».  

Diego ha contattato la compagnia del taxi denunciando l'accaduto e si è anche rivolto a un avvocato perchè fatti del genere non accadano più. A quanto dichiarato dalla compagnia del taxi  l'autista sarebbe stato sospeso.

La reazione. «L’episodio del ragazzo cacciato dal Taxi si aggiunge ai tanti episodi che denunciamo pubblicamente, ma quanto avvenuto negli ultimi giorni con Radio Globo, il locale di via Libetta ed ora il taxista - dice Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center - dimostra che ormai molti si sentono liberi di discriminare apertamente le persone lesbiche, gay e trans, per questo risulta urgente approvare una legge contro l omofobia, per segnare un cambio di marcia».

Ultimo aggiornamento: 21:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma