ROMA

Roma, aggrediscono passanti con bottiglie rotte a Piazza Cinquecento: feriti un uomo e un agente

Lunedì 10 Agosto 2020

Due aggressioni con bottiglie rotte, nei confronti di alcuni poliziotti e di una donna. È quanto accaduto in due episodi diversi, eseguiti con identiche modalità e verificatesi ieri sera nello stesso luogo, Piazza Cinquecento, una delle zone più centrali di Roma.
Prima un 19enne originario della Guinea ha ferito e mandato in ospedale un agente del commissariato Porta Pia. Successivamente è stata la volta di due somali A.H.M e H.A.M - arrestati dagli agenti - rispettivamente di 27 e 25 anni, che con cocci affilati di bottiglia hanno provato a rubare il marsupio di una donna.

Due banditi fanno irruzione in un ristorante a Grottaferrata: il titolare li disarma con un colpo di karate

Questa, sorpresa alle spalle, ha iniziato a gridare, riuscendo ad attirare l'attenzione di un amico che si trovava fuori dal sottopassaggio, ancora in via Giolitti. Intervenuto per soccorrere la donna, l'uomo è stato a sua volta ferito con calci, pugni e, appunto, con una bottiglia, prima di vedersi sottratto il telefonino dai malviventi. 

È a questo punto che, ascoltando le urla, sono intervenuti anche i poliziotti. Gli agenti hanno notato tre uomini di colore fuggire verso via Marsala. Al termine di un inseguimento a piedi due sono stati bloccati e arrestati, mentre un altro è riuscito a scappare. Dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso. Il telefono è stato riconsegnato all'uomo, al quale sono state prestate anche le necessarie cure. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA