Baby gang a Latina, identificati i bulli e denunciati dalla polizia: hanno 14 e 15 anni

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Stefania Belmonte
L’INDAGINE
Tutto è nato per una lite in spiaggia, per un pallone. Sarebbe stato il classico diverbio tra ragazzini, che però è sfociato in qualcosa di più, che è andato oltre quello che un bambino o poco più dovrebbe poter fare. È stato così che due giovanissimi di Latina, un quattordicenne e un quindicenne, figli di famiglie normalissime del capoluogo, sono stati denunciati per lesioni, minacce e rapina dai poliziotti della squadra mobile della questura di Latina. Ecco come sono andati i fatti. Spiaggia di Latina, Capoportiere, vicino agli hotel. Sono gli ultimi giorni di luglio.
«Fateci giocare con il pallone», dice un gruppo di ragazzini ad un altro. «Ok», risponde l’altro gruppetto. Poi però di quel pallone non c’era verso di tornare in possesso e così è scoppiata la lite. Sarebbe finita lì, come un banale diverbio tra ragazzini, d quelli che d’estate si verificano a centinaia, se non fosse stato per la minaccia, che difficilmente a quell’età può passare inosservata, che sarebbero tornati armati di un coltello. Primo atto di bullismo.
Qualche giorno dopo (lunedì pomeriggio) arriva il secondo, più grave. Il caso ha voluto che i due gruppetti di coetanei tornassero ad incontrarsi, sempre nella stessa zona del lungomare, stavolta nelle vicinanze di una gelateria. È stato in quel momento che due dei ragazzini del gruppo che si era già reso protagonista della prima aggressione, avvicinatisi ad uno dei ragazzi che si trovava in compagnia di un suo amico, lo hanno letteralmente rapinato. In base alla ricostruzione effettuata dalla polizia, gli avrebbero strappato il portafogli e preso venti euro. Lo avrebbero anche picchiato, ferendolo ad un occhio, tanto da rendere necessario l’intervento di un’ambulanza del 118. Il ragazzino aggredito è stato trasportato in ospedale, ed al pronto soccorso del Santa Maria Goretti è stato dimesso dai medici con una prognosi di circa dieci giorni.
Gravissimo l’episodio, che non è stato per fortuna ignorato dai ragazzi né dalle loro famiglie, che hanno denunciato alla polizia l’accaduto. Acquisite le immagini della videosorveglianza, gli aggressori sono stati identificati e denunciati alla Procura dei Minorenni di Roma.

Un fenomeno, quello del bullismo e delle baby gang, tornato di prepotenza sulle cronache locali con le aggressioni da parte di ragazzini ai danni di loro coetanei in pieno centro cittadino a Latina, dei quali si è avuta notizia sempre a luglio quando in viale Mazzini la richiesta di restituzione di una bici elettrica fu seguita da un pestaggio: anche in quel caso sono arrivati provvedimenti. Ora anche quest’ultimo caso sul lungomare di Latina. Un fenomeno che, nonostante la costante opera di sensibilizzazione da parte delle istituzioni, torna a preoccupare. © RIPRODUZIONE RISERVATA