ROMA

“Music Education”: alla Link Campus University di Roma arriva il Master per lavorare nel mondo delle performing arts

Lunedì 2 Dicembre 2019 di Gustavo Marco Cipolla
Link Campus University_Presentazione Master Music Education_ Ph. Chiara Calderoni

Un Master universitario di I livello in “Music Education” alla Link Campus University di Roma con l’obiettivo di formare figure professionali capaci di lavorare nelle diverse realtà del mondo delle performing arts. La presentazione del progetto didattico,con la direzione scientifica di Marco Gorini, professore di marketing e comunicazione, e artistica della dirigente Rai Paola Carruba, è avvenuta oggi pomeriggio nella biblioteca del Casale San Pio V, alla presenza del corpo docente, formato da esperti del settore e specialisti dell’entertainment. «Lo scopo del Master è quello di creare un’ingegneria culturale in cui programmare, strutturare e realizzare eventi artistici live, tra cui concerti, performance di danza e spettacoli teatrali grazie alla sinergia con Enti, Comuni e Fondazioni lirico-sinfoniche che hanno aderito in qualità di partner all’iniziativa accademica, offrendo un placement diversificato e altamente qualificato. Education counselor, manager di attività culturali pronti ad affrontare le sfide e le avventure del dietro le quinte, operatori di divulgazione. Sono questi i professionisti del domani per l’universo dell’intrattenimento dal vivo», spiega il direttore Marco Gorini, che nel Comitato scientifico del Master in Music Education è affiancato, tra i tanti, da Vincenzo Scotti, presidente UniLink, Gianni Letta, già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Mario Panizza, presidente della Scuola Postgraduate dell’Università, Stefania Lazzari Celli, segretario generale della Fondazione Link Campus, Manu Lalli, presidente Venti Lucenti, Francesco Profumo, presidente Acri Compagnia di San Paolo, Paolo Bartolani, advisor Accademia Santa Cecilia e Biennale di Venezia, Vincenzo De Vivo, direttore artistico del Teatro delle Muse di Ancona e dell’Accademia lirica di Osimo, e dal presidente Agis Carlo Fontana, solo per citarne alcuni.

In cattedra, tra lezioni frontali e interattive, seminari, workshop, case study, saliranno nomi illustri e noti del panorama musicale italiano e internazionale: l’impresario di balletto Daniele Cipriani, la musicologa Susanna Franchi, Cizi Fukui, chief of educational session Tokyo Bunka Kaikan, Augusti Filomeno, direttore marketing Liceu Opera Barcellona, Sebastian Schwartz e Paola Giunti, rispettivamente sovrintendente e direttore comunicazione del Teatro Regio di Torino, Fortunato Ortombina, sovrintendente  La Fenice di Venezia, Gabriele Gori, direttore generale Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze, e molti altri. Possono accedere al percorso formativo, dopo un test di selezione, i candidati in possesso di una laurea triennale, specialistica e magistrale o di un titolo di studio equipollente conseguito all’estero ed equiparato dall’ordinamento italiano. Previste borse di studio e agevolazioni per l’anno accademico 2019-2020.

Ultimo aggiornamento: 19:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma