Guidonia, buche e lavori a metà sulla Tiburtina, centinaia di segnalazioni al Campidoglio

Mercoledì 26 Febbraio 2020 di Elena Ceravolo
L'area dove è in corso il raddoppio della Tiburtina

Assediati dal traffico a causa di interventi incompleti sulla grande viabilità". Pioggia di segnalazioni da Guidonia al Campidoglio e alla Città Metropolitana dal quartiere di Setteville Nord per lamentare l'intasamento continuo che negli ultimi tempi ha reso la mobilità di zona ancora più problematica. Da una parte l'inversione di marcia della provinciale 28 bis chiusa per questioni di sicurezza all'altezza dell'ingresso a Collina del Sole (avvenuta senza che contestualmente forse potenziato lo svincolo successivo, come previsto) che nelle ore di punta intasa puntualmente la coda di auto in uscita dal quartiere di Setteville Nord perché, per ora, l'alternativa per chi decide di cambiare direzione è solo la rotatoria di via Valle dell'Aniene. Dall'altra i cantieri per il raddoppio Tiburtina (nel tratto dal Car fino all'Albuccione) con indicazioni che dirottano il traffico, come percorso consigliato, proprio sui collegamenti principali con Guidonia, compresa la stessa 28 bis.
Per questo scende di nuovo in campo l'associazione Marcosimoneonline:
«A questo si aggiunga anche - spiega Letizia Morgia, che da tempo segue il caso viabilità - un altro punto da non sottovalutare: c'è anche il vecchio cantiere di raddoppio della Tiburtina, in prossimità di Setteville, che versa in uno stato di totale abbandono. All'incrocio (a raso) con via Marco Simone le buche sono più grandi delle autovetture».
Una situazione complessiva che rende quindi poco efficaci anche gli ultimi lavori tampone eseguiti.
«La chiusura dell'inversione di marcia - aggiunge Morgia - è, infatti, solo l'ultimo di inutili provvedimenti finalizzati più a deresponsabilizzare le singole amministrazioni competenti, che a preservare la sicurezza dei cittadini. Qualche giorno prima avevamo visto rifare la segnaletica lungo via di Marco Simone, lasciando intatti buche, frane e tratti soggetti ad allagamenti». Gli enti competenti sulla viabilità sono stati bersagliati di segnalazioni. "Ma alle petizioni, alle pec e alle telefonate inviate alla Città Metropolitana competente per la 28bis, al Comune di Roma per il raddoppio della Tiburtina e via di Marco Simone, non ha seguito alcuna risposta - denunciano da Marcosimoneonline -. File di traffico infinite, incidenti continui, danni alle autovetture, tutti disagi che i cittadini devono subire per incapacità delle istituzioni di prendere in mano e risolvere le problematiche una volta per tutte. Le istituzioni rinviano ai lavori per la Ryder Cup, prevista per settembre 2022. Mancano 954 giorni, ma ad oggi non abbiamo visto neanche il via ad un intervento riconducibile all'evento, e la preoccupazione è inevitabile perché se i lavori per l'ampliamento della Palombarese e via Marco Simone iniziassero contemporaneamente, sarebbe impossibile per noi uscire dal quartiere, oltre al fatto che la fretta non è garanzia di qualità". L’ultima legge di stabilità ha previsto un investimento di 50 milioni per i lavori infrastrutturali in vista della Ryder Cup, l’evento golfistico che si svolgerà al Marco Simone Golf Club, e il Comune di Guidonia ha presentato alla Regione un pacchetto di progetti, tra cui una rotatoria su via Palombarese in corrispondenza dell’accesso a Parco Azzurro e una nuova connessione tra via Casal Bianco e lo svincolo per l’A24 (rotatoria Car). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA