Roma, anziano muore dopo una caduta dal letto: condannato il badante che lo aveva lasciato solo

Martedì 18 Febbraio 2020
Roma, badante condannato: mentre lui non c'era, anziano morì cadendo dal letto

Il badante si allontana di casa, lasciando solo l'84enne a cui stava prestando assistenza, e al suo ritorno l'uomo è a terra con un bacino rotto. Una settimana dopo morirà in ospedale. Carlos Vinicio Moreno Pallmay, badante ecuadoriano di 47 anni, è stato condannato a due anni e mezzo di reclusione per l'accusa di abbandono di persona incapace. La sentenza è stata emessa dalla prima Corte d'assise d'appello di Roma, i cui giudici hanno parzialmente riformato la condanna a quattro anni di reclusione che era stata pronunciata nel marzo dello scorso anno dalla terza Corte d'assise capitolina.

LEGGI ANCHE Anziana in ospedale, la badante le ruba soldi e gioielli: denunciata

La vicenda risale all'agosto 2014, quando Pallmay, incaricato di accudire tutto il giorno Elio Santini, 84enne affetto da Alzheimer e Parkinson, decide di allontanarsi di casa senza avvisare nessuno, pur consapevole che l'anziano dovesse essere monitorato costantemente date le sue condizioni di salute. Poco tempo prima, infatti, era stato trovato da solo a vagare in stato d'incoscienza. Nel momento in cui Pallmay torna a casa, scopre che Santini era caduto dal letto in maniera rovinosa, rompendosi le ossa del bacino.

LEGGI ANCHE Roma, torturato per anni dal badante: 50enne riesce a scappare

Una settimana dopo la morte, causata da una brutta infezione polmonare. Moreno fu mandato a giudizio per abbandono d'incapace, ma la pena nei suoi confronti fu mitigata dal mancato riconoscimento dell'aumento di pena in caso di morte derivata dall'abbandono stesso. Oggi, confermato in appello l'impianto accusatorio, con però una parziale riforma della sentenza che ha 'fissatò la condanna in due anni e mezzo di reclusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua