Roma, ecco i "rattoppini" per le buche: la manutenzione fa flop

Domenica 15 Gennaio 2017 di Laura Bogliolo
8

Dai rattoppi si è passati ai rattoppini. Sono comparsi in uno dei salotti di Roma, in piazza del Popolo. È la cura dell'amministrazione Raggi per le buche. L'area, pedonale ovviamente, è nella lista dei luoghi sui quali il Campidoglio è intervenuto con una task-force per riparare le voragini: in città ce ne sarebbe una ogni 15 metri secondo le associazioni dei consumatori. Manutenzione ordinaria certo, in attesa di un piano straordinario che ancora non vede luce dopo oltre 200 giorni di insediamento in Campidoglio. «Dal 15 al 31 dicembre la manutenzione ordinaria delle strade di grande viabilità su tutto il territorio di Roma Capitale ha consentito la riparazione di oltre 400 buche» è scritto sul sito del Comune in un articolo condiviso sulla pagina Facebook della sindaca. Nel post si elencano alcune delle zone coinvolte dal progetto. Una di queste è proprio piazza del Popolo che ieri si presentava con mini-toppe sui sampietrini dell'enorme piazzale. Sul lato transitabile della piazza invece alcuni sampietrini mancavano proprio, continuavano a esserci avvallamenti e anche ieri i centauri facevano gimkane per evitare di cadere.

IL TOUR
Il metodo dei rattoppi è noto a Roma dopo anni di mancati interventi strutturali. Anche in passato la strategia per impedire a centauri, ciclisti e automobilisti di essere vittime delle buche, è stata una copertura maldestra delle voragini. Sull'affare buche la procura in passato ha aperto un'inchiesta e ha anche indagato sugli incidenti legati alle voragini: 425 a Ostia, 277 nel municipio Torri, 167 incidenti all'Eur. Ma i rattoppi maldestri continuano anche sulle zone coinvolte che secondo l'annuncio comprendono «ad esempio, via Casal di Marmo, piazza Verbano, Lungotevere Cadorna, Lungotevere della Vittoria, via Battistini, via Trionfale, o la centralissima piazza del Popolo». Vengono citate anche «via Cassia, via della Storta, via Flaminia».

LE VERIFICHE
A Roma nord, in via Trionfale c'è addirittura un letto di asfalto che copre la segnaletica orizzontale. Lo stradone frequentatissimo dai romani continua a essere pieno di piccole e grandi buche. Toppe e rattoppini compaiono in mezzo all'asfalto crepato, sfaldato. Buche, anche profonde, resistono in via Casal del Marmo. Rattoppi anche in via Battistini dove immancabilmente restano le buche. Continuiamo a leggere l'elenco e a confrontare i risultati: toppe maldestre su lungotevere della Vittoria; si alternano voragini, asfalto sfaldato a rattoppi su lungotevere Cadorna. In piazza Verbano c'è una buca accanto a un po' d'asfalto: non è chiaro se il rattoppo si sia già sfaldato o se non si è proprio intervenuti. Dopo l'annuncio del Campidoglio («400 buche riparate») chissà cosa avranno immaginato i romani. Forse hanno pensato di svegliarsi e non trovare più i crateri a Torre Spaccata: «in viale dei Romanisti, via Martellotti, via Rugantino è tutto come prima» fa sapere il comitato di quartiere. Resiste anche la buca ormai famosa in via Namusa (quella addobbata con albero di Natale). O forse hanno sperato di veder sparire all'improvviso i crateri sulla Tiburtina, la Salaria, a Ostia o a Torre Maura dove a settembre ci fu quasi una rivolta dei residenti dopo l'ennesimo incidente causato da una buca. Ma il Campidoglio avverte: «A febbraio riprenderanno le attività di rifacimento del manto stradale dei tratti più disastrati». Insomma, c'è ancora tempo per sognare. Intanto proprio ieri in attesa che il sogno si avveri l'associazione di cittadini Tappami è intervenuta con pala e catrame ai Colli Portuensi.

laura.bogliolo@ilmessaggero.it

 

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in campo per Sara tre anni dopo la tragedia

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma