Rieti, Rossi e il ko Npc con Treviglio:
«Ingenui nei momenti chiave
e abbiamo subito troppo, contro
Napoli serve altro approccio»

Elijah Brown non ha brillato contro Treviglio
di Lorenzo Santilli
3 Minuti di Lettura

RIETI - Si archivia con una sconfitta il debutto stagionale della Zeus Npc, al PalaAgnelli di Bergamo termina 66-52 per la Bcc Treviglio. Troppo pochi 52 punti per portare a casa una vittoria, al dispetto di una Treviglio apparsa di certo non irresistibile, più attenta e decisa nel momento chiave del match, nel quale invece la Npc alza bandiera bianca.

Mancano i punti di Vildera, alla prese con una giornata storta, preoccupa invece la prestazione di Passera e Fumagalli, solo un punto per i due registi, che non riescano mai a mettere in ritmo i compagni di squadra. In affanno anche Zucca, che in una fase importante di gioco ha la possibilità di rimettere in corsa i suoi con tre tiri liberi, ma va al bersaglio solo una volta, sorprende in positivo Filoni, prova di carattere da parte di Pastore.

La sensazione è che qualcosa cambierà con il reintegro di Stefanelli, sperando magari di vederlo già all'opera contro Napoli, l'esterno toscano ha tutte le caratteristiche per sbloccare e rendere più pericoloso l'attacco reatino.

el dopogara, coach Rossi commenta così la prima sconfitta stagionale: «Treviglio nell'arco dei 40 minuti è stata più costante, solida, ci ha aggredito, che è quello che noi dovremo sempre cercare di fare, invece abbiamo subito. Non abbiamo mai girato la partita, per Treviglio è una vittoria meritata, se poi vogliamo vedere le statistiche notiamo le nostre difficoltà al tiro, però è anche la qualità dei tiri che fa la percentuale, oggi abbiamo fatto poco di quello che avevamo in testa. Sapevamo di poter avere un impatto difficile, perchè era la prima partita e Treviglio aveva già avuto la possibilità di assaggiare il campionato, non è una giustificazione, ma un inizio che ci deve insegnare qualcosa  - continua coach Rossi - Treviglio ha mentenuto determinati standard per tutta la gara, noi nel momento chiave, nel quarto periodo abbiamo commesso ingenuità notevoli: in un palla vacante, dove Caroti ha sbagliato un tiro e ha preso lo stesso rimbalzo, un gioco da tre punti di Palumbo e un errore di lettura in difesa su una tripla di Reati che ha chiuso la partita. Noi a livello offensivo non siamo riusciti ad eseguire quello che avevano in mente, non sono contento di come abbiamo sviluppato il nostro gioco in attacco, complice anche la difesa di Treviglio».

Mercoledì si torna in campo contro Napoli e sul doppio impegno casalingo, coach Rossi chiude così: «Per noi si tratta di un inizio durissimo, il calendario non ci è amico, ma adesso dobbiamo ritornare a giocare queste due partite in casa con un altro approccio, spirito che oggi ho visto soltanto a tratti. Ci proveremo, sappiamo che la nostra è una strada lunga e dura, dobbiamo mettere la testa giù e lavorare». 

Domenica 13 Ottobre 2019, 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA