Rieti, crollo di una palazzina nel sisma
dove morirono sette persone:
5 rinvii a giudizio e una assoluzione

Mercoledì 17 Aprile 2019
Amatrice
RIETI - Sui sei indagati, rinvio a giudizio per 5 persone e una assoluzione per il crollo, nel terremoto, di uno stabile di Amatrice, in corso Umberto I al civico 83. Sotto esame autorizzazione e realizzazione di una sopraelevazione. Le accuse, a vario titolo, sono di omicidio colposo e disastro colposo.

Il rinvio a giudizio riguarda il progettista Luigi Bucci, il direttore dei lavori Romeo Bucci, Maurizio Cuomo dirigente Genio civile Rieti, Virna Chiaretti responsabile ufficio tecnico Amatrice, Ivo Serpietri sezione speciale Genio Civile.

Prosciolto Maurizio Peron, dirigente Genio Civile Rieti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Portami al concerto trap». E la mamma prova a saltare

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma