Un Open day lungo una settimana per famiglie, bambini e ragazzi: «Venite a scoprire che si fa al Civico 20!»

Un Open day lungo una settimana per famiglie, bambini e ragazzi: «Venite a scoprire che si fa al Civico 20!»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 17:01 - Ultimo aggiornamento: 17:03

RIETI - Da lunedì 25 ottobre prende il via il ciclo di attività autunnali del progetto Ci vuole un villaggio, una comunità in gioco per costruire futuro, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

A Rieti città il riferimento è l’hub Civico 20 di via dei Crispolti, messo a disposizione dalla Fondazione Varrone: da lunedì 25 a venerdì 29 un Open week consentirà di conoscere spazi e attività proposte a bambini, ragazzi e anche ai genitori dai partner del progetto.

Da qui a dicembre per bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni sono previsti incontri di Educazione e sostenibilità ambientale (il lunedì e giovedì, dalle 14 alle 18, a cura di Progetto Missione Srl), Educazione alla Cittadinanza (il mercoledì dalle 16 alle 17 e dalle 17 alle 18 a cura di Junior Achievement - Young Enterprise Italia) e aiuto compiti (il mercoledì e il venerdì dalle 15 alle 17 a cura de La Strada Onlus).

Per le famiglie sarà attivato uno sportello di supporto alla genitorialità a cura dei Servizi Sociali del Comune di Rieti (il lunedì dalle 10 alle 12 con cadenza bisettimanale); per famiglie, formatori ed assistenti sociali sarà aperto uno sportello di consulenza socio-pedagogica (il giovedì dalle 16 alle 18 con cadenza bisettimanale), anche questo a cura dei Servizi Sociali del Comune di Rieti.

Famiglie, bambini e ragazzi sono invitati ad aderire alle attività, gratuite per tutti, presentandosi al Civico 20 negli orari di apertura o scrivendo a coordinamento@ilsamaritanorieti.it. Altre informazioni possono essere chieste a Antonella Liorni (339.7845192) e Erica Astolfi (320.6895460).

A novembre aprirà i battenti il secondo dei quattro centri previsti in provincia, quello di Torricella, in uno spazio messo a disposizione dal Comune. Anche lì saranno previste una serie di attività coordinate dall’Istituto Comprensivo “Marco Polo” che vanno dall’arte performativa alle letture ad alta voce, dai corsi di Cittadinanza Attiva all’Educazione alla sostenibilità ambientale.

Successivamente partiranno le attività per la Bassa Sabina, ospitate dal Centro Famiglie di Forano, e a Borgorose, all’interno dell’Istituto Omnicomprensivo.

Entra così nel vivo il progetto di contrasto alla povertà educativa minorile che sotto il coordinamento del Samaritano Odv vede insieme 14 partner pubblici e privati, uniti nel tentativo di dar vita a luoghi sani e sicuri di incontro e crescita per bambini e ragazzi e di sostegno allo sforzo educativo delle famiglie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA