Motocross illegale: sanzioni e sequestri

Venerdì 27 Novembre 2020

RIETI - Nel quadro delle attività di controllo nella provincia di rieti per contrastare l’esercizio del motocross illegale, fenomeno che si verifica soprattutto nelle giornate festive, segnalato anche da escursionisti e ciclisti, i militari della stazione carabinieri forestale di Poggio Mirteto hanno effettuato nei giorni passati controlli nei comuni di Poggio Mirteto e Salisano.

Nel corso dell’attività sono stati controllati in particolare due cittadini residenti nella provincia di Roma, uno circolante con il motoveicolo non immatricolato e quindi sprovvisto di carta di circolazione, l’altro sprovvisto di copertura assicurativa di responsabilità civile verso terzi. Oltre alle pesanti sanzioni pecuniarie previste in questi casi le due moto sono state sequestrate. I controlli sulla circolazione stradale effettuati dai carabinieri forestali rivestono una particolare importanza nei piccoli centri urbani del reatino, nei territori rurali e forestali, soprattutto al fine di prevenire attività illegali di motocross esercitate fuori pista o su sentieri di montagna che, nella loro apparente innocuità, possono avere conseguenze sul delicato ambiente montano: si va dall’erosione e compattamento del suolo con aumento del dissesto idrogeologico, all’inquinamento in varie forme (aereo ed acustico in primis), al rischio per la sicurezza stessa di escursionisti che si trovassero lungo il percorso.

L’esercizio abusivo o illegale del motocross rappresenta, infine, anche un danno per l’immagine dei veri appassionati e sportivi del settore, che tradizionalmente praticano questo sport nel pieno rispetto della natura e delle regole in materia e che si limitano ad effettuare le proprie escursioni nelle forme previste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA