Fondi Europei e sviluppo locale: accordo tra il Comune di Rieti e l’Associazione nazionale dei Comuni

Martedì 13 Aprile 2021
Il vice sindaco Daniele Sinibaldi

RIETI - E‘ stato approvato ieri, dalla Giunta comunale di Rieti, l’accordo quadro tra il comune capoluogo e l’Anci Lazio.

L’accordo prevede il miglioramento delle competenze inerenti la programmazione dello sviluppo locale e l'accrescimento della consapevolezza del ruolo nell'accesso ai fondi europei, nazionali e regionali

Il Comune di Rieti si pone l’obiettivo di implementare e supportare l’Ufficio Fondi europei, anche nell’ottica della nuova Programmazione europea 2021/2027 e dalla disponibilità di nuovi strumenti finanziari straordinari progettati per fronteggiare la ripresa a seguito dell'emergenza Covid-19 (Next Generation EU, Recovery Plan, React EU), nella consapevolezza che le sfide future determineranno un nuovo protagonismo dei territori che impone agli Enti Locali di dotarsi di strumenti e metodi atti a cogliere tutte le opportunità offerte.

Anci Lazio, a tal proposito, ha costituito nel 2018 un Comitato Tecnico Scientifico per la Programmazione e Progettazione Europea (Cts Europa) con lo scopo di affiancare i Comuni associati nel rapporto con la Regione nelle fasi di preparazione, redazione e gestione dei programmi operativi regionali (POR) dei fondi strutturali europei di sviluppo e supportarli con un servizio di informazione, formazione e assistenza di base per le iniziative progettuali, singole o associate, che essi stessi intendano promuovere in ambito regionale, o a livello di territori specificatamente individuati;

«Continuiamo sulla strada che porta verso le sfide che i nostri territori dovranno affrontare nel prossimo futuro, – spiega Riccardo Varone, Presidente di Anci Lazio – una strada che passa attraverso la consapevolezza che l’ambito europeo non può essere inteso come qualcosa di staccato ma un processo vicinissimo alle nostre realtà, un melting pot di competenze e professionalità che insieme formano quel futuro verso il quale ci dirigiamo. L’accordo con la città di Rieti è un altro passo verso quel traguardo, un accordo importante per Anci Lazio e per i territori».

«Si tratta di un accordo importante perché rappresenta il primo passo di una visione più ampia proiettata al futuro delle nostre terre – spiega il Vicepresidente di Anci Lazio e Vicesindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi – Grazie al know how e al ruolo di Anci Lazio, unitamente alle professionalità e alle strategie che sta mettendo in campo il Comune di Rieti, la nostra Città potrà farsi trovare pronta alle nuove sfide che saranno imposte dall’era post-Covid, con l’auspicio di recitare un ruolo di primo piano nell’attrazione e nell’utilizzo di varie risorse, anche finanziarie, che l’Europa metterà in campo nei prossimi anni».

«Ottima notizia – commenta il delegato all’Europa di Anci Lazio, Manuel Magliocchetti – è importante che i Comuni implementino il supporto per gli Uffici delegati alla gestione dei Fondi Europei, soprattutto in vista della nuova programmazione 2021/2027. Anci Lazio e il suo Comitato Tecnico Scientifico sono uno strumento fondamentale in questo senso per i Comuni e siamo pronti a mettere in campo tutte le nostre professionalità per dare un aiuto concreto al territorio della nostra regione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA