Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Real Sebastiani in finale, Righetti: «Prova di maturità». Traini: «Intanto la dedichiamo a tifosi e club»

Federico Loschi (foto Ufficio stampa Real Sebastiani)
di Lorenzo Santilli
2 Minuti di Lettura
Sabato 3 Aprile 2021, 18:12 - Ultimo aggiornamento: 18:16

RIETI - L'entusiasmante vittoria sulla Fortitudo Agrigento ha lanciato la Bricofer Real Sebastiani Rieti alla finalissima di domani, giorno di Pasqua (ore 15,30, Cervia) contro la Bakery Piacenza, che nella prima semifinale ha battuto in volata Livorno.

La soddisfazione dei protagonisti nel dopogara, con coach Righetti, a caccia del primo trofeo da allenatore, che ha analizzato così la prova dei suoi: «È stata partita una molto intensa come era facilmente prevedibile quando si gioca una semifinale che mette in palio l’accesso all’atto conclusivo della manifestazione. Siamo stati bravi nel primo quarto a crearci i presupposti per tiri aperti ed è stata buona la fluidità di gioco offensiva. Bene anche in difesa dove abbiamo concesso davvero poco, ma soprattutto maturi nel non perdere la testa quando Agrigento è rientrata in partita recuperando 17 punti. Abbiamo continuato a lavorare secondo il nostro piano gara e poi nel finale bravi a leggere ed interpretare ogni situazione. Domani ci aspetta un’altra battaglia».

L'eroe di giornata Andrea Traini (22 punti e 29 di valutazione) dedica la conquista della finalissima al patron Roberto Pietropaoli, che in mattinata ha raggiunto la squadra e i tifosi, presenti mercoledì a "Casa Real" prima della partenza della squadra verso la Romagna: «Abbiamo fatto una gran partita, dall’inizio alla fine. Loro sono stati bravi a recuperare il gap prima del riposo lungo, poi però nel terzo quarto abbiamo messo a segno lo stacco decisivo. Volevamo fortemente raggiungere questa finale, contro Piacenza non sarà facile, ma ce la giocheremo ad armi pari. Non abbiamo fatto ancora nulla, ma intanto dedichiamo questo passaggio del turno ai nostri tifosi, alla società e al nostro presidente che ci tiene molto e ci sta sempre vicino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA