Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pomeriggio speciale al luna park: la lettera di un bambino che ringrazia i giostrai

Pomeriggio speciale al luna park: la lettera di un bambino che ringrazia i giostrai
di Daniela Melone
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 16:29

RIETI - Da qualche anno a questa parte l’arrivo del Luna Park a Rieti coincide con un gran bel gesto di solidarietà da parte dei giostrai, che offrono agli atleti dell’associazione reatina Atletica Sport Terapia, la possibilità di usufruire gratuitamente dei giochi, in un pomeriggio entusiasmante. 

A tutti loro va il grazie dell’associazione, da cui arriva la lettera di un bambino, indirizzata a Manuel Torboli, il coordinatore del luna park.

«Caro Manuel – scrive il piccolo - mi chiamo Milo e sono uno dei ragazzi dell’Atletica Sport Terapia che hai ospitato nel tuo Luna Park. Per molti di noi è difficile esprimere le emozioni, ancor di più con le parole, ma l’esperienza che ci hai regalato, permettendoci insieme ai nostri accompagnatori di salire gratuitamente su tutte le tue giostre, ha abbattuto ogni barriera sociale, andando oltre ogni discriminazione e ci ha reso un pò meno diversi e un po' più fortunati».

«Hai visto quanto eravamo felici? Hai contato tutti i sorrisi che ti abbiamo dedicato per ringraziarti a modo nostro?  - domanda Milo, aggiungendo poi una profonda riflessione - Forse la tua vita itinerante ti porta a non avere molti legami o forse le città che visiti non ti ripagano con la stessa moneta della solidarietà e del rispetto, ma, sai, anche noi persone “speciali” siamo spesso considerate bizzarre o strane e non sempre riceviamo ciò che diamo emotivamente. Io credo che il cuore che tu hai messo oggi a nostro vantaggio sia lo stesso che meriti anche tu, perché una persona con questa generosità è “speciale” tanto quanto noi. Grazie dal profondo del cuore, Manuel. Sei un esempio per tante, tante persone. Ci rivediamo il prossimo anno!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA