Attacco a Londra, la vicina di uno dei terroristi: «Indottrinava i bambini, avvisai Scotland Yard»

Attacco a Londra, la vicina di uno dei terroristi: «Indottrinava i bambini, avvisai Scotland Yard»
1 Minuto di Lettura
Lunedì 5 Giugno 2017, 00:26

La polizia britannica sarebbe stata avvertita della radicalizzazione di uno dei tre uomini che ieri hanno attaccato il London Bridge e il vicino Borough Market già due anni fa. A riferirlo è il quotidiano The Guardian, che cita il racconto di una vicina di casa di uno dei terroristi, una signora di origini italiane, Erica Gasparri.

La donna ha detto di essersi accorta che il vicino, da tutti chiamato 'Abs' e di presunte origini pachistane, cercava di indottrinare i bambini in un parco del quartiere e che uno dei suoi tre figli era tornato a casa un giorno chiedendole di diventare 'musulmanò. La Gasparri aveva sentito Abs proclamare che avrebbe fatto di tutto nel nome di Allah, anche uccidere la sua stessa madre. La donna aveva scattato allora alcune foto dell'uomo e le aveva portate alla polizia.

L'informazione - ha riferito Gasparri al Guardian - era stata presa molto sul serio e il locale commissariato aveva trasmesso le foto a Scotland Yard. I poliziotti avevano consigliato alla donna di cancellare le foto, per ragioni di sicurezza. «Ciò è avvenuto due anni fa. Da allora non ho avuto più notizie. Nessuno mi ha più contattata. Se lo avessero fatto, forse si sarebbe potuto prevenire (l'attacco di ieri) e si sarebbero salvate tante vite».

© RIPRODUZIONE RISERVATA