Natale in zona gialla o arancione, le differenze di regole e le regioni a rischio: dalla Liguria al Friuli (ma anche Lazio e Lombardia)

Aumentano casi e incidenza in tutto il Paese e i cittadini temono nuove restrizioni per la fine dell'anno

Zona gialla o arancione a Natale, le regole e le regioni a rischio: dalla Calabria al Friuli (ma anche Lazio e Lombardia)
di Mauro Evangelisti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Dicembre 2021, 16:09 - Ultimo aggiornamento: 18:28

La Calabria è passata in zona gialla, la Provincia autonoma di Trento è vicinissima. Bolzano e Friuli-Venezia Giulia restano in giallo ma se i ricoveri cresceranno rischieranno l'arancione a Natale. Delle altre hanno un tasso di occupazione dei posti letto che, se continuerà a crescere, potrebbe portare al passaggio in giallo entro fine anno il Lazio (ma la Regione lo ha escluso), la Liguria, la Lombardia, le Marche e il Veneto.

Natale, le regole in zona gialla o arancione

Zona gialla

Ma cosa cambierà nella vita quotidiana per i cittadini in caso di cambio di colore a Natale? Con il giallo nulla. L'unica vera differenza è l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto, indicazione tra l'altro già decisa da molte città in vista degli assembramenti legati allo shopping natalizio.

 

Zona arancione

In arancione gli spostamenti verso altri comuni e altre regioni non saranno consentiti senza il green pass (anche semplice da tamponi) salvo che non vi siano ragioni di lavoro o salute. Per chi va a sciare, su funivie, cabinovie e seggiovie serve il green pass, ma in arancione vale solo il Super, quello da vaccinazione o superamento dell'infezione (non è sufficiente il tampone). 

Video

Lo shopping e il Super green pass

In arancione cambia anche lo shopping: nei centri commerciali, nei giorni festivi e prefestivi, si potrà entrare solo con il Super green pass che è indispensabile, sempre in arancione, tutta la settimana per prendere anche il caffè al bancone e per cosumare al tavolo all'aperto ma anche per musei e mostre e per le feste che seguono cerimonie religiose o civili (come i matrimoni ad esempio). Ovviamente per bar e ristoranti al tavolo al chiuso serve sempre il Super green pass, a prescindere dal colore della Regione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA