Luigi Di Maio, società di consulenza grazie ai contatti costruiti alla Farnesina? L'ultima ipotesi sul suo futuro

C'è anche un'altra opzione nel futuro di Di Maio, secondo il Giornale, ed è Leonardo-Finmeccanica

Di Maio vuole sfruttare i contatti alla Farnesina e la buonuscita dalla Camera per avviare una società di consulenza
2 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 16:16 - Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 11:44

Ha chiuso i social, ma non il suo account privato su Facebook. Luigi Di Maio è pronto a una nuova vita da consulente. Stando a quanto riportato da Il Giornale, il ministro degli Esteri avrebbe come idea quella di avviare una start up di consulenza per le relazioni internazionali. Come? Nei tre anni alla guida della Farnesina l'ex capo dei Cinquestelle ha stretto rapporti con ambasciate e governi stranieri. Un lobbista, quindi, per gli Stati stranieri.

Il tesoro della buonuscita

L'assegno di fine mandato per Di Maio è di 100mila euro per 9 anni in Parlamento. Con questi soldi potrebbe continuare l'attività intrapresa alla Farnesina, ma per conto dei governi stranieri che intendono ampliare i propri interessi in Italia. Come aveva già fatto prima di Massimo D'Alema, dopo aver offerto le proprie competenze per i governi della Colombia e Cina.

 

L'altra opzione

C'è anche un'altra opzione nel futuro di Di Maio, secondo il Giornale, ed è Leonardo-Finmeccanica. Qui il ministro ha coltivato parecchie amicizie, che potrebbero ritornargli ora utili. Il trasloco dalla Farnesina a Leonardo sarebbe una forzatura. Anche se un altro ex ministro, Marco Minniti, si è accasato alla fondazione Med-Or.

© RIPRODUZIONE RISERVATA