Valery Gerasimov, capo delle forze armate russe, «sospeso da Putin». Kiev: arrestati anche altri due comandanti

A rivelarlo è stato un alto consigliere del presidente ucraino Oleksiy Arestovych

Valery Gerasimov, Kiev: «Il capo delle forze armate russe è stato sospeso da Putin»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Maggio 2022, 19:12 - Ultimo aggiornamento: 14 Maggio, 09:14

Valery Gerasimov, il generale e capo dello stato maggiore russo, sarebbe stato «sospeso» da Putin. A rivelarlo è stato un alto consigliere del presidente ucraino, Oleksiy Arestovych. Il veterano dell'intelligence militare di Kiev e uomo fidato di Zelensky ha diffuso la notizia secondo la quale anche un altro gruppo di alti ufficiali di Mosca sarebbero stati licenziati o addirittura arrestati. Ciò sarebbe avvenuto sull'onda di un'azione d'epurazione da parte dello zar rispetto ai comandanti delle sue truppe colpevoli, secondo il Cremlino, delle numerose sconfitte in UcrainaArestovych, parlando ieri sera con l'avvocato e politico russo dissidente Mark Feygin su YouTube, ha dichiarato: «Secondo le nostre informazioni, Gerasimov è stato di fatto sospeso. Stanno decidendo se dargli il tempo di aggiustare le cose o no. Anche il comandante del primo esercito di carri armati del distretto militare occidentale, il tenente generale Sergei Kisel, è stato arrestato e licenziato dopo la pesante disfatta di Kharkiv».

Gerasimov, il capo delle forze armate assente alla parata del 9 maggio: «Potrebbe essere ferito in Ucraina»

IL GIALLO 

Le voci su Gerasimov si rincorrono da tempo. Clamorosa è stata la sua assenza alla parata del 9 maggio con cui la Russia ha celebrato il Giorno della vittoria sulla Germania nazista. Per molti quest'assenza è stata una conferma delle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi sul ferimento del generale mentre si trovava a Izyum, nella regione di Kharkiv. A rendere nota la notiza era stato su Facebook l'ex ministro dell'Interno ucraino, Arsen Avakov, citando una fonte russa. Gerasimov, secondo la fonte, era stato colpito da schegge alla gamba destra.

Tuttavia, in precedenza il New York Times - citando funzionari ucraini e statunitensi - aveva scritto che Gerasimov era scampato a un attacco ucraino quando di trovava nel Paese. Il quotidiano statunitense scriveva infatti che l'ufficiale in uniforme più alto in grado della Russia ha visitato la scorsa settimana postazioni in prima linea nell'Ucraina orientale nel tentativo di rinvigorire l'offensiva delle forze di Mosca. Secondo le stesse fonti, durante un sua visita di qualche settimana fa Gerasimov sarebbe fuggito a un attacco ucraino contro una scuola utilizzata come base militare nella città di Izium controllata dai russi: circa 200 soldati, tra cui almeno un generale, sarebbero stati uccisi nel bombardamento ma Gerasimov era già ripartito per la Russia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA