MATTEO SALVINI

Annalisa Chirico: «Salvini mi piace ma è un amico. Isoardi? Non ha avuto pudore dei sentimenti»

Mercoledì 7 Novembre 2018
Annalisa Chirico: «Salvini è solo un amico, Isoardi non ha avuto il pudore dei sentimenti»

La giornalista Annalisa Chirico ha commentato le voci che la vogliono vicina a Matteo Salvini a "La Zanzara", sulle frequenze di Radio2. «Salvini mi piace, è un uomo interessante e divertente. Anche se a me piacciono gli uomini più attempati. Come Montezemolo», ha dichiarato la reporter de "Il Foglio". «Sono amica da tempo di Salvini. Ci vediamo spesso perché siamo vicini di casa. Dopo la giornata di lavoro è solo e a volte capita di incontrarsi, di mangiare una roba, di chiacchierare da una parte, dall’altra».

Isoardi-Salvini, la giornalista racconta la cena con il vicepremier: «Era di buonumore, beveva champagne e mangiava sushi»

La Chirico racconta il vicepremier nella vita privata: «Salvini è un ragazzo con grande intelligenza, una persona di una sensibilità, di una delicatezza d’animo rare». Passando poi alla politica, la giornalista commenta: «Mi piace la sua determinazione, quella che mette nel suo progetto politico. Ha preso la Lega al 4 e l’ha portata al 30%. Il sovranismo – conclude – non mi piace.  Io sono per una società aperta, credo che l’Italia non abbia bisogno di ricette populiste. I populisti indicano i problemi reali, ma devono trovare delle soluzioni anche giuste. La Isoardi? Non ha avuto il pudore dei sentimenti, come tanti in questo periodo».

Salvini-Isoardi, il vicepremier rivela: «Non sono sul mercato». E punge la ex

Quando le viene chiesto se è fidanzata, la Chirico risponde: «Diciamo che non sono libera… Amica anche di Renzi? Assolutamente si. Sono amica dei due Matteo. Ma che è, un crimine? Ma tu sei solamente amico delle persone che la pensano esattamente come te? Mica sono fidanzata con Renzi. Ma di che stiamo parlando?», conclude la giornalista.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Mattia 15 anni e un sogno Diventare arbitro di calcio

di Mimmo Ferretti