Klopp, morta la mamma dell'allenatore del Liverpool. Il tecnico: «Non potrò andare al funerale per via del Covid»

Calcio, morta la madre di Jurgen Klopp. Il tecnico: «Non potrò andare al funerale per via del Covid»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Febbraio 2021, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 16:49

È morta la madre del tecnico del Liverpool Jurgen Klopp. Elisabeth aveva 81 anni e la notizia l'ha data il figlio stesso durante un'intervista rilasciata al giornale tedesco Schwarzwaelder Bote: «Significava tutto per me - ha commentato l'allenatore - Era una madre nel senso migliore della parola. Come devota cristiana, so che ora è in un posto migliore», ha concluso.

Fenerbahce, sagome in tribuna per ricordare gli storici tifosi: «Sarete sempre con noi»

Una perdita dolorosa, per Klopp, aggravata dalla pandemia da Covid ancora in corso, che impedirà al tecnico di rientrare in Germania per partecipare ai funerali: «Il fatto che non potrò essere al funerale - ha spiegato Klopp - è legato a questi tempi terribili. Non appena le circostanze lo permetteranno, terremo una commemorazione meravigliosa», così l'allenatore del Liverpool. La madre Elisabeth ha sposato Norbert Klopp nel 1960, e dal matrimonio sono nati 3 figli, fra cui le due sorelle Isolde e Stefanie.

Il precedente

Anche il Liverpool, nel frattempo, ha manifestato la propria vicinanza twittando il motto del club e taggando l'amato allenatore: «Non camminerai mai da solo, Jurgen», si legge nel post che è stato pubblicato qualche ora fa. Klopp ha perso nel 2000 anche papà Norbert, che a causa di una malattia lo ha lasciato a soli 66 anni. Un fatto che addolorò l'allenatore, che sognava da sempre di vincere la Champions League davanti agli occhi commossi del padre.

Morto Maradona per un arresto cardiaco. I medici hanno provato a rianimarlo. «Negli ultimi giorni era ansioso», camera ardente alla Casa Rosada

«Mio padre era un allenatore naturale - ha dichiarato Klopp - quindi se glielo avessi chiesto avrebbe detto che dovevo diventare un allenatore». Ma purtroppo i due non ne hanno «mai parlato» anche se comunque «mi ha spinto nella mia carriera, praticamente, con critiche molto dure e cose del genere. Ma la mia vera carriera non l'ha mai vista, quindi ogni tanto è dura, per me».

Un legame profondo, quello con il padre, di cui ancora oggi Klopp si accorge tutti i giorni: «Oggi ho 53 anni - ha concluso - e se mi guardo allo specchio da una certa angolazione mi spavento a morte perché sembro esattamente mio padre. Non assomigliavo a mio padre, ma a mia madre. E all'improvviso somiglio a mio padre», così Klopp.

© RIPRODUZIONE RISERVATA