Amazon, Jeff Bezos annuncia il divorzio dopo 25 anni: scoppia la coppia più ricca

Mercoledì 9 Gennaio 2019
Amazon, Jeff Bezos divorzia dalla moglie dopo 25 anni: ora potrebbe perdere il titolo di uomo più ricco al mondo

Scoppia la coppia più ricca del mondo. Jeff Bezos e sua moglie MacKenzie divorziano dopo 25 anni di matrimonio. E potrebbe trattarsi del divorzio più costoso della storia: Bezos, Mr Amazon, vale infatti 137 miliardi di dollari, di cui la metà potrebbero finire alla moglie nel caso in cui i due non raggiungessero un accordo fuori dal tribunale. Questo renderebbe MacKenzie la donna più ricca del mondo, ma strapperebbe a Bezos lo scettro di paperone mondiale restituendolo a Bill Gates.

La legge vigente nello stato di Washington, dove i due si sono spostati e vivono, prevede infatti la comunione dei beni, il che vuol dire che tutte le proprietà e gli eventuali debiti accumulati nel corso del matrimonio saranno equamente divisi dal tribunale nel caso in cui non sia raggiunta un'intesa. L'annuncio del divorzio è arrivato via Twitter. «Abbiamo deciso di divorziare e continuare le nostre vite come amici. Ci riteniamo estremamente fortunati a esserci incontrati», è il comunicato postato da Bezos e firmato anche da Mackenzie, autrice di vari libri, quali 'Traps' e 'The Testing of Luther Albright: A Novel'. Dal tweet trapela che la coppia ha intenzione di continuare a lavorare insieme, soprattutto sul fondo da 2 miliardi di dollari 'Day One Fund' che hanno lanciato lo scorso anno.

«Abbiamo avuto una vita meravigliosa come coppia sposata e abbiamo un grande futuro davanti a noi - spiegano Bezos e Mackenkie -. Anche se l'etichetta è diversa, restiamo una famiglia». Bezos e Mackenzie si incontrarono agli inizi degli anni '90 mentre lavoravano all'hedge fund D.E. Shaw: si sono sposati nel 1993, poco prima della fondazione di Amazon, di cui Mackenzie è stata una delle prime dipendenti. Ad essere preoccupati dal divorzio sono gli investitori di Amazon: Bezos ha una quota del 16,3% ed è il maggiore azionista del colosso. In caso di divorzio contestato, a Mackenzie potrebbe andare l'8,15%, con il rischio di un cambio negli equilibri nell'azionariato. Anche con una quota dimezzata, comunque, Bezos resterebbe il maggiore azionista di Amazon, seguito da Vanguard con il 5,8%. Una riduzione della quota di Bezos avrebbe comunque un forte impatto simbolico, essendo lui il volto della società, colui che si è assunto il rischio di abbandonare la vita all'interno di un hedge fund e perseguire la sua passione nella costa occidentale degli Stati Uniti, dove ha fondato nel suo garage a Seattle Amazon​.

Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio, 19:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La volpe sfrattata dai topi

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma