Residente vince il ricorso, a Latina sosta selvaggia nella ztl

Residente vince il ricorso, a Latina sosta selvaggia nella ztl
di Vittorio Buongiorno
3 Minuti di Lettura

Sono sempre di più, di settimana in settimana, le auto che restano parcheggiate all'interno della zona a traffico limitato e più di un cittadino ha cominciato a chiedersi come sia possibile e perché i vigili non intervengano. Una spiegazione c'è. I vigili per lungo tempo dopo l'istituzione della ztl hanno elevato contravvensioni alle auto che trovavano parcheggiate dentro la zona a traffico limitato, fino a quando un residente, un avvocato, ha deciso di impugnare le multe davanti al giudice di pace e ha vinto il ricorso non solo vedendosi annullare tutte le sanzioni ma ottenendo di fatto l'autorizzazione a parcheggiare sotto casa malgrado la ztl si trasformi nei fine settimana in un'isola pedonale a tutti gli effetti. Il ricorso perso dal Comune ha fatto scuola e ormai buona parte delle 37 famiglie che risiedono all'interno della ztl usano quelle strade come un parcheggio privato.
Qui sorge una nuova domanda: ma perché il Comune ha perso la causa davanti al giudice di pace? «Perché purtroppo il regolamento della zona a traffico limitato è nato monco - ammette il comandante della Polizia Locale, Francesco Passaretti - non avendo previsto aree di sosta dedicate ai residenti nelle immediate vicinanze della ztl». E dunque i privati in punto di diritto hanno ragione, salvo poi discutere sull'opportunità di abusarne lasciando l'auto sotto casa per giorni e giorni senza pensare che il quadrivio è ormai diventato il salotto cittadino.
Il Comune ovviamente ha deciso di correre ai ripari. «E' già pronta una bozza di modifica del regolamento - spiega l'assessore alla Mobilità, Dario Bellini - che destinerà degli spazi appositi per consentire ai privati di parcheggiare appena fuori la ztl, come già abbiamo fatto per chi vive nella ztl della zona pub». A quel punto i residenti non avranno più scuse: chi ha un garage dentro la ztl potrà raggiungerlo liberamente, tutti gli altri saranno costretti a lasciare le automobili vicino casa ma non dentro la ztl, e analogamente la polizia locale potrà tornare a fare le multe a chi intralcia il passeggio dei frequentatori del centro.
Quanto tempo ci vorrà? Teoricamente poco, pochissimo. In realtà gli uffici del settore Mobilità e trasporti sono oberati di lavoro e quindi non è possibile dare una risposta certa alla domanda. Chi aspetta con ansia questa misura sono soprattutto i commercianti che in ztl lavorano. «Se devo avere un'auto perennemente parcheggiata davanti al mio negozio allora meglio che sia quella di un potenziale cliente, non di chi abita sopra la mia attività» commenta Walter Tomassi. «Quindi spero che il problema si risolva in tempi brevi, altrimenti meglio riaprire al traffico e parcheggi chi vuole».
Vittorio Buongiorno
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Maggio 2021, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 16 Maggio, 14:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA