Scuola, Berlinguer: «Una follia questi stop, si creano buchi culturali»

di Lorena Loiacono
Luigi Berlinguer, ex ministro dell’Istruzione, è giusto chiudere le scuole per ponti tanto lunghi a fine anno? «Ritengo sia una pazzia, una scelta assolutamente negativa per il corretto andamento scolastico. E non mi riferisco solo ai cosiddetti programmi che non vengono portati avanti». In che senso? «Ci sono i programmi da svolgere, in base alle indicazioni curriculari, a cui bisogna fare attenzione ovviamente, ma ci sono anche progetti di largo respiro che vengono bruscamente interrotti da queste lunghe...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 17 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-04-17 15:59:23
Parla proprio lui che ha dato inizio al declino dell'istruzione in Italia partendo proprio dalla riforma universitaria, come è stato già detto.
2018-04-17 10:48:20
Non ritengo che la chiusura estiva sia un problema per l'apprendimento anche a causa del fatto che le aule delle scuole non sono attrezzate con l'aria condizionata. Per quanto riguarda le interruzioni nel corso dell'anno non sarebbe meglio eliminare le occupazioni, le settimane dello studente, ecc. ecc. Sarebbe forse opportuno limitare anche lo strapotere dei genitori che in numerosi casi prendono posizioni incomprensibili contro gli insegnanti "rei" di non comprendere o, peggio, di "essere ingiusti" con i loro pargoli. Insomma mi sembra che l'ex ministro sia almeno corresponsabile della scarsa qualità dell'insegnamento fornito oggi dalla scuola italiana.
2018-04-17 09:21:43
Il vero buco culturale - purtroppo ancora vigente - fu la riforma universitaria (3+2) a lui dovuta!
2018-04-17 13:56:58
concordo, e aggiungo lo scellerato sistema dei crediti "perchè all'estero si fa così". A parte che non è vero, ma noi di quel che si fa all'estero dobbiamo importare sempre il peggio?
QUICKMAP