Al cinema d’autunno fra Luna e Lady Gaga

Venerdì 24 Agosto 2018 di Gloria Satta
Tutti gli occhi sono puntati sulla 75ma Mostra di Venezia (29 agosto-8 settembre). Ma, una volta consegnati il Leone d’oro e gli altri premi, il cinema riemergerà dal letargo estivo, le sale si riapriranno e si replicherà il solito copione: tanti film, troppi, per un anno decurtato di tre-quattro mesi, proveranno a contendersi il pubblico distratto o disaffezionato. Commedie, drammi, azione, musical, cartoon, sentimento: la lotta sarà senza quartiere. Ecco una piccola guida ai titoli più attesi, molti dei quali riceveranno il battesimo al Lido.

GLI IMPERDIBILI
Soldado, primo film hollywoodiano di Stefano Sollima (nelle sale il 18 ottobre), rappresenta il secondo capitolo della saga Sicario inaugurata da Denis Villeneuve: ritmo, suspence e un cast d’eccezione grazie a Benicio Del Toro e Josh Brolin cacciatori di narcos. Attesissimo anche Il primo uomo (31 ottobre), il film di Damien Chazelle che aprirà la Mostra con Ryan Gosling nei panni di Neil Armostrong, primo astronauta a mettere piede sulla luna. E c’è una grande curiosità per A Star is Born (l’11 ottobre) che segna un doppio debutto: Bradley Cooper regista oltre che protagonista, e la popstar Lady Gaga al suo primo ruolo nel cinema in questo ennesimo remake musical-sentimentale che racconta una tormentata storia d’amore e scalata al successo. 

CINEPANETTONI
Il 13 dicembre uscirà invece Amici come prima che segna la sospirata réunion di Massimo Boldi e Christian De Sica (anche regista) vestito da donna in una commedia degli equivoci che dimentica i cinepanettoni ma strizza l’occhio a successi come Mrs Doubtifire e Quasi amici. Se siete innamorati del talento ”disumano” di Meryl Streep, non perdetevi (il 6 settembre) Mamma mia - Ci risiamo, il sequel del musical ballerino ispirato al successo evergreen degli Abba e interpretato anche da Pierce Brosnam, Lily James e Amanda Seyfried. 
John Travolta punta tutto sul ruolo del celeberrimo mafioso in Gotti - il primo padrino di Kevin Connolly (20 settembre), mentre Rachel Weisz mira alla seconda statuetta come protagonista di Disobendience del regista premio Oscar Sebastian Lelio (uscita a ottobre), storia d’amore omosessuale che ha come sfondo la comunità degli ebrei ortodossi. 

L’ARRABBIATO
Vincent Lindon è invece un magnifico sindacalista arrabiato nel dramma In guerra di Stéphan Brizé (novembre). Daniel Auteuil giganteggia nella commedia di Yvan Attal Quasi nemici (11 ottobre). E Riccardo Scamarcio, ormai una star internazionale, compare sia nel dramedy Euforia diretto da Valeria Golino (25 ottobre), sia nella commedia I villeggianti di Valeria Bruni Tedeschi (20 dicembre). Il 27 settembre sarà finalmente in sala L’uomo che uccise Don Chisciotte, il tormentatissimo film di Terry Gilliam che ha avuto una gestazione lunga vent’anni: in un mix di passato e presente, con la complicità di Jonathan Pryce e Adam Driver, il regista rilegge a modo suo il capolavoro di Cervantes. Il 1° dicembre uscirà Capri Revolution, il nuovo film di Mario Martone ambientato nel 1914, alla vigilia della Grande Guerra, sull’isola Azzurra che ospita una comunità di intellettuali libertari, osservati da lontano dalla capraia analfabeta Marianna Fontana. Paolo Virzì torna nelle sale (l’8 novembre) con Le notti magiche, una commedia-noir ambientata «nell’ultima stagione gloriosa del cinema italiano» (gli Anni Ottanta), protagonisti i giovanissimi Mauro Lamantia, Giovanni Toscano, Irene Vetere. 

GASSMANN-RAMAZZOTTI
Roberto Andò dirige Una storia senza nome (20 settembre) che ricostruisce, attraverso Alessandro Gassman e Micaela Ramazzotti, il misterioso furto di un Caravaggio avvenuto a Palermo nel 1969. I fan di Gus Van Sant correranno poi a vedere (il 6 settembre) Don’t worry, storia vera del vignettista in sedia a rotelle John Callahan (Joaquin Phoenix). Quelli di Lars Von Trier si beccheranno felici un’overdose di sangue e horror guardando The House that Jack Built (in sala a novembre), storia di un serial killer con Matt Dillon. E Spike Lee torna a ruggire (il 27 settembre) con Blakklansman con Adam Driver nei panni di un poliziotto infiltrato nel Ku Klux Klan.

LARGO ALLE COMMEDIE
Riappare Leonardo Pieraccioni in Se son rose, la commedia da lui stesso interpretata con Michela Andreozzi e Caterina Murino. Uscirà il 28 novembre lanciando un interrogativo: cosa succederebbe se qualcuno mandasse di nascosto dal tuo cellulare messaggi alle tue ex? Ti presento Sofia, regista Guido Chiesa e protogonisti Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti, racconta invece le tragicomiche peripezie di un padre separato con figlia a carico e nuova compagna insofferente ai bambini. I moschettieri del re, regia di Giovanni Veronesi (27 dicembre) rilegge il cult di Dumas con l’aiuto di Pierfrancesco Favino, Rocco Papaleo, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini. In Attenti al gorilla (13 dicembre) Luca Miniero obbliga l’avvocato Fabio De Luigi a convivere con un primate più intelligente degli umani. Nel cast anche Frank Matano e Cristiana Capotondi.

FAMIGLIA IN SALA
Tutti pronti a ballare e cantare con Il ritorno di Mary Poppins, il film Disney di Natale (19 dicembre) diretto da Rob Marshall. Nei panni della tata volante, al posto della mitica Julie Andrews c’è Emily Blunt. E non sfigura. Ma prima delle feste, il cinema per grandi e piccini offre Lo schiaccianoci e i 4 Regni di Lasse Hallstrom (31 ottobre) e i cartoon Gli incredibili 2 (22 settembre) e Ralph Spaccainternet (22 novembre). Buon divertimento a tutti.
  Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 10:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA