Londra, Boris Johnson: «Grazie ai passanti e alla polizia per l'immenso coraggio»

Venerdì 29 Novembre 2019
Londra, Boris Johnson: «Grazie ai passanti e alla polizia per l'immenso coraggio»

Londra, attacco terroristico al London Bridge: il premier Boris Johnson esprime sui socal i suoi ringrazimenti ai passanti che hanno disarmato l'aggressore armato di coltello e al pronto intervento delle forze di polizia: «Voglio ringraziare i servizi di emergenza e il pubblico per il loro immenso coraggio nel rispondere a questo sospetto attacco terroristico al London Bridge. Si tratta di un incidente terribile e i miei pensieri vanno alle vittime e alle famiglie». A twittarlo è stato il premier Boris Johnson.

Londra, l'eroe misterioso di London Bridge che ha disarmato l'aggressore armato di coltello

London Bridge, attacco terroristico: un morto e 4 feriti, ucciso l'aggressore. «Indossava una finta cintura esplosiva»
 


 

Il sindaco di Londra Khan conferma che ci sono alcune persone accoltellate. «È confermato che sono state ferite delle persone» nell'attacco di London Bridge. Lo scrive il sindaco di Londra, Sadiq Khan, senza per ora precisarne il numero, dopo che anche Scotland Yard aveva dato notizia di «alcune persone accoltellate». «Il mio cuore - prosegue Khan - è con le vittime e con le loro famiglie. Grazie ai nostri coraggiosi servizi di emergenza per la coraggiosa risposta all'orrendo attacco di oggi. Noi dobbiamo - e vogliamo - rimanere risoluti nella nostra determinazione di essere forti di fronte al terrore. Quelli che ci attaccano e cercano di dividerci non avranno mai successo».

La leader Lib Dem Jo Swinson: «Vicina alle persone coinvolte». La leader Lib Dem Jo Swinson ha espresso preoccupazione per l'attacco avvenuto nel primo pomeriggio sul London Bridge. «Ovviamente, non sappiamo esattamente cosa è accaduto e il mio pensiero va a tutti coloro che sono stati coinvolti in questo incidente in vario modo - ha dichiarato - Compresa, ovviamente, la coraggiosa polizia che sta affrontando quanto accaduto con professionalità. Sono i primi a rispondere in questi momenti difficili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani